Seguici su

Servizi

Mondo dell’intrattenimento online, quante altre licenze esistono oltre quella dell’ADM?

Si aprono possibilità per lanciare nuovi portali dedicati all’intrattenimento di gioco online

Pubblicato

il

Giochi online
Giochi online

L’industria delle scommesse online e, più in generale, del gioco sulla rete sta acquisendo fette sempre più importanti del comparto del digital entertainment. Grazie all’avvento delle nuove tecnologie la crescita di questo segmento dell’industria del divertimento digitale è destinata a continuare in modo ancora più esponenziale nel prossimo futuro. In un momento in cui molti comparti industriali hanno dovuto far fronte a grosse difficoltà, l’i-gaming ha trovato nuove strade per soddisfare le esigenze dei clienti di tutto il mondo.

Non solo il gioco online e le scommesse online sono diventati molto popolari tra le più svariate fasce d’età della popolazione, ma ormai il business del gambling è diventato anche molto redditizio per quanti, imprenditori e società, intendono lanciare nuovi portali Internet che offrono la possibilità di giocare online con i classici passatempi del tavolo verde o semplicemente scommettendo sugli sport preferiti.

Ma per dare vita ad una società che si occupi di gioco online ed entrare in un mercato molto competitivo come quello europeo, è necessario prima di ogni cosa dotarsi di una licenza che possa regolarizzare questo tipo di attività. In questo settore esistono decine di licenze e ciascuna di esse risponde ed è conforme ad una giurisdizione specifica.

In Italia, ad esempio, solo nel 2002 è stato regolamentato il mercato dei giochi online e dato il via libera alle scommesse online con il rilascio delle licenze da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (già nota con l’acronimo di AAMS) ai brand storici del ramo gambling e anche ai nuovi bookmakers che, così, hanno cominciato ad offrire al pubblico italiano la possibilità di divertirsi in sicurezza e con le tecnologie più avanzate sullo streaming, che sono presenti principalmente nelle sezioni della parte dell’intrattenimento dal vivo, cosa che si può notare in molte piattaforme, come quella di Betway Casino.

Ma quali sono i motivi principali per cui è necessario acquisire una licenza per il gioco online? Prima di tutto, operare su internet offrendo i servizi delle scommesse sportive (o anche dei giochi da casinò) nei principali mercati del mondo obbliga, per una serie di motivi (sia legali che fiscali), il bookmaker a ottenere una licenza di gioco. Inoltre, una licenza riconosciuta da uno Stato o Ente statale permette alle società che vogliono offrire i servizi di gioco online ad acquisire credibilità nei rapporti con i potenziali clienti ed eventuali fornitori.

Oltre a quella rilasciata in Italia dall’ADM, quali sono le altre autorizzazioni disponibili per questo mercato? I bookmaker che operano sul mercato italiano, spesse volte, oltre ad essere stati regolamentati dall’ex AAMS, possiedono anche un’altra famosa licenza: quella rilasciata a Malta dall’authority locale. La Malta Gaming Authority ha regolamentato il gioco e dato vita al rilascio di licenze dall’inizio degli anni duemila. I vantaggi di una licenza di gioco maltese comprendono la possibilità di operare all’interno dell’Unione Europea oltre ad enormi vantaggi fiscali per le aziende che ne fanno richiesta. Ma tutto questo ha un prezzo (e anche piuttosto alto): la licenza maltese è, infatti, una delle più costose ad oggi sul mercato ed il processo per acquisirla è molto lungo e complesso.

Oltre a quella rilasciata dall’authority di Malta, un’altra famosa licenza è quella di Curaçao (rilasciata dalla Curacao Internet Gaming Association). Si tratta di una offerta molto conveniente per le varie società, non solo dal punto di vista economico ma anche e soprattutto da quello meramente burocratico. Molte imprese startup del settore, infatti, cominciano con questo tipo di licenza, per poi passare a quella di Malta o quella rilasciata dall’ADM. Curaçao è una delle più antiche giurisdizioni per quanto riguarda il gioco online. Come quella di Malta, anche qui ci troviamo di fronte ad una buona e consolidata esperienza, validata negli anni dalle più importanti imprese di consulenza legale e fiscale come la PwC.

In ultimo, parliamo della licenza dell’Isola di Man, attiva sul mercato dal 2001 (una delle prime in Europa). Sebbene sia una delle autorizzazioni più costose per le società di gioco online, il processo per ottenere una licenza dell’Isola di Man è relativamente semplice, in quanto esiste una sola licenza per tutte le tipologie di attività di gioco online (scommesse, poker, casinò, ecc.). Inoltre, è sulla whitelist dell’OCSE ed è componente dell’Organizzazione mondiale del commercio.

Oltre alle già citate giurisdizioni, esistono altre licenze minori, tra cui quella del Costa Rica e quella del territorio del Kahnawake in Canada.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending