Seguici su

Scuola

Rinnovamento nella tradizione: la terza vita del Cairoli

La storica scuola torinese cambia Sede per venire incontro alle esigenze dei propri allievi

Pubblicato

il

Istituto Cairoli Torino

Lo storico Liceo Scientifico Paritario torinese, fondato nel 1963 per volontà del Professor Giovanni Ellena, ha cambiato Sede per la terza volta, spostandosi in Corso Trapani 25. Come mai? Scopriamolo insieme.

Perché spostarsi ancora?

Abbiamo chiesto la ragione do questi cambi sede al Direttore, Prof. Jean Michel Novero, il terzo a succedersi dopo le prestigiose gestioni del Fondatore, e, successivamente, di suo figlio, Lodovico Ellena.

Il Direttore Jean-Michel Novero, giovane dinamico da sempre impegnato nella ricerca della didattica di qualità e delle migliori metodologie di interazione tra allievi e docenti, mi ha spiegato, nel suo nuovo ufficio, dopo avermi fatto visitare la scuola, le ragioni del cambiamento: “La scuola, che era in Via Santa Teresa 20, era difficile da raggiungere, pur essendo situata nel centro di Torino, con tutti i problemi dati dal doversi muovere in vie vietate al traffico. E poi gli spazi cominciavano a essere scarsi, specie ora che dobbiamo fronteggiare quest’epidemia ancora ben presente.” E apre in modo significativo le braccia.

Chiedo: “Siete pronti per la partenza?”

“Si: abbiamo applicato tutti i protocolli e i distanziamenti previsti, e siamo ragionevolmente sereni per il futuro. In fondo noi gestiamo l’unico liceo paritario laico delle scienze umane di Torino, oltre al liceo scientifico tradizionale, e volevamo essere certi di poter dare il meglio  ai nostri allievi, come è nella lunga tradizione che ho avuto il privilegio di ereditare.” E mi indica con orgoglio la fotografia del fondatore.

“E i docenti?”

“Tutti di prim’ordine, coordinati dalla preside professoressa Gabriella Hellmann e capaci di mantenere, pur nell’ambito inevitabile, dati i tempi, delle lezioni frontali, forti capacità di interazione con gli allievi. Poi noi ci facciamo un punto d’onore nel seguire anche ragazzi con problematiche, tra le quali i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, per mezzo di programmi personalizzati, e veniamo incontro anche ai giovani sportivi, gestendo in modo individuale le presenze perché non perdano gare ed allenamenti.”

“Insomma sempre attivi e attenti, come un tempo …”

“Fino a che potremo manterremo quei valori umani che hanno sempre caratterizzato il Cairoli e che abbiamo condiviso con i nostri allievi, molti dei quali conosciuti nel mondo della cultura e dello sport.”

Poi una voce dalla sala professori chiede la sua presenza e lui scusandosi mi congeda, invitandomi a ritornare ad anno avviato.
 
 

[zombify_post]

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità