Le «pizze sospese» diventano «piatti sospesi»

20 cuochi torinesi all'insegna della solidarietà: pizze, primi piatti, torte e croissant per fronteggiare questo momento difficile per tutti noi1 min


155 shares

Qualche giorno fa erano iniziate ” le pizze sospese” destinate al personale delle Molinette e dell’Amedeo di Savoia  acquistate con le donazioni fatte a Specchio dei tempi. Briks Pop Tapase Pizza aveva pertanto riaperto la sua cucina e consegnava ogni sera un centinaio di pizze destinate agli ospedali ma ora, l’iniziativa “pizze sospese” assume connotati diversi e diventa “piatti sospesi”.

Non solo pizza

Da ieri sera 20 cuochi torinesi si alternano  in quella cucina donando il loro tempo e le materie prime preparando piatti veri e propri. Ma c’è anche altro nel panorama della solidarietà affettuosa di questi giorni e anche i pasticceri preparano torte e croissant  per le colazioni e  il loro numero sta aumentando in tutto il Piemonte.

Slow Food

Anche Slow food e il Centro Agro-Alimentare di Torino si stanno muovendo per offrire pasti,  il primo ai senzatetto e ai più poveri, e frutta e verdura per mense e presidi ospedalieri il secondo.

Sostieni Torino Fan

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Torino Fan lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal
Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

155 shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *