Seguici su

Cronaca Live

Weekend fuorilegge in centro a Torino: 5 arresti e tre denunce in poche ore

A Torino, solo nell’ultimo weekend ci sono stati cinque arresti e tre denunce. I fatti

Pubblicato

il

Arresti a Torino

TORINO – Il weekend fuorilegge in centro a Torino: risultato? Due cittadini italiani, un gambiano e un marocchino sono stati tratti in arresto in differenti contesti nell’arco di questi giorni dagli agenti del Commissariato Torino Centro. I controlli, svolti sia durante il servizio di volante che in abiti civili, hanno riguardato la zona di Piazza Carlo Felice, della stazione Porta Nuova, via Roma e via Garibaldi.

La coppia e la bugia

Nella centralissima via Stampatori, una coppia di conviventi con precedenti specifici, lui di 39 e lei di 34 anni, è stata arrestata a seguito della perquisizione della loro abitazione. L’uomo, che si trovava sotto casa per far passeggiare il cane, all’arrivo dei poliziotti ha più volte urlato alla compagna di essere in compagnia, di farsi trovare pronta. Pochi istanti dopo, i poliziotti hanno scorto nitidamente qualcosa cadere da una delle finestre dell’appartamento. La donna ha aperto la porta di casa solo dopo qualche minuto, adducendo la scusa di non averli sentiti presentarsi perché sotto la doccia. Si trattava chiaramente di una bugia: i poliziotti hanno infatti rinvenuto nell’aiuola sottostante la finestra un cofanetto in metallo chiuso a chiave. Al suo interno, 30 grammi di hashish, un bilancino di precisione, 70 buste trasparenti, un coltellino con tracce della stessa sostanza sulla lama. Un secondo bilancino di precisione è stato rinvenuto all’interno della camera da letto, diversi frammenti di hashish disseminati per tutta la casa, 2 grinder su un mobile. Pertanto, i due fidanzati che, pur non svolgendo alcuna attività lavorativa, erano in possesso di una considerevole somma di denaro, quasi 1.000 euro, sono stati arrestati per detenzione in concorso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Altri due arresti

Altri arresti riguardano due cittadini extracomunitari, un marocchino diciannovenne e un gambiano 30enne, sorpresi nell’area di Piazza Carlo Felice e Porta Nuova, nell’atto di cedere, il primo dell’hashish e il secondo della marijuana, a due clienti. Il marocchino si avvaleva della complicità di un conoscente algerino che faceva da intermediario con l’acquirente. Pertanto, l’algerino è stato denunciato a sua volta per violazione della Legge sugli stupefacenti. Gli acquirenti sono stati sanzionati in merito.

Il coltellino

Infine, durante i controlli ordinari del territorio, i poliziotti del Comm.to Centro hanno fermato e denunciato altre due persone: si tratta di un cittadino italiano di 32 anni trovato in possesso di un coltellino e un egiziano di 22 anni, sottoposto all’obbligo di firma proprio presso gli uffici del Comm.to Centro, che aveva addosso alcuni frammenti di hashish e casa un bilancino di precisione.

L’ultimo pusher

L’ultimo arresto, sempre per stupefacenti, è stato invece operato dai poliziotti del Comm.to Dora Vanchiglia in piazza Santa Giulia angolo via Cesare Balbo. Gli agenti, impegnati in un servizio di controllo del territorio unitamente ad alcune pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine, hanno visto un ventitreenne proveniente dal Gambia, irregolare sul territorio nazionale, prelevare e consegnare dell’hashish a un ragazzo italiano. Dopo essersi accordati per lo scambio, il pusher raggiungeva infatti l’area pedonale di via Cesare Balbo e, dopo essersi appartato, prelevava dalla cintola una bustina trasparente, contenente 1,7 grammi di hashish, e la consegnava all’acquirente che era rimasto ad aspettarlo in piazza. Fermato pochi istanti dopo la cessione, il gambiano è stato tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità