Seguici su

Cronaca Live

Torino, perseguita il padre e la madre: arrestato figlio violento

Continui atti persecutori, minacce, estorsioni nei confronti del padre e della madre. Arrestato a Barriera Milano dopo l’ennesima aggressione

Pubblicato

il

Polizia di Stato

TORINO – Ennesimo episodio di persecuzione nei confronti dei genitori. Nella serata di domenica, gli agenti della Squadra Volante intervengono in uno stabile del quartiere Barriera Milano dopo che un uomo ha contattato la Polizia per la presenza del figlio molesto che per l’ennesima volta, dall’esterno dell’alloggio, si è presentato e sta colpendo la porta d’ingresso dell’abitazione a calci e pugni.

Non poteva avvicinarsi ai genitori

Giunti sul posto, gli agenti trovano l’uomo che con insistenza suona il campanello e lo fermano, raccogliendo poi il racconto della vittima. Nel pomeriggio, il figlio si era presentato a casa dei genitori, sebbene avesse a carico il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dal padre e dalla madre. Era riuscito, infatti, a introdursi nel condominio e aveva poi bussato alla porta dell’alloggio. Il padre, pensando fosse un vicino, aveva aperto e al quel punto si era palesato il figlio che, in stato di astinenza da stupefacenti, aveva prima minacciato il genitore di consegnargli del denaro, dopodiché, dopo averlo spintonato e fatto cadere per terra si era allontanato, non prima di essersi impossessato di spicci e alcuni oggetti.

L’ultima persecuzione

Nella serata, il reo era tornato, fatto che aveva portato questa volta il genitore a chiamare la polizia. Alla luce dei fatti, il figlio è stato arrestato per atti persecutori, denunciato per essere andato a casa dei genitori e per estorsione. Inoltre, è stato sanzionato amministrativamente per il possesso di sostanza stupefacente e per la violazione delle norme anti Covid.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità