Torino, canapa light nel mirino, nuovo negoziante denunciato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti

Un nuovo sequestro di cannabis light a Torino, colpito il negozio Club della Canapa di via Barbaroux. Lo stesso, a Lucca, non è stato oggetto di sequestro. Torino fa distinzioni o è solo confusione?1 min


55 shares

Da dopo che la Cassazione a Sezioni Unite ha deciso che la Cannabis light è “fuorilegge”, sono stati in molti a essere colpiti da questa inaspettata e confusa sentenza. A farne le spese erano già stati i negozi MiraCanapa Emporium e Panoramix (in cui erano state sequestrate alcune infiorescenza). Ora è toccato a Club della Canapa – e al suo titolare – di via Barbaroux a Torino, che ha anche un’altra sede a Lucca. Il negoziante, suo malgrado, è stato denunciato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Questo nonostante l’OMS e la giurisprudenza attestino che l’effetto stupefacente della cannabis (dato dal suo principio attivo, il THC) sia risultante soltanto quando questa sostanza sia presente oltre lo 0,5%. Tuttavia, tutto quello che presentava una concentrazione oltre il 2% pare sia stato ritenuto non in regola, per cui sarebbe scattato il provvedimento in base all’articolo 73 del Dpr 309/90, ossia relativo a spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.

A Lucca interpretano diversamente?

La domanda che ognuno si potrebbe porre è: se nel negozio di Lucca sono presenti gli stessi prodotti, perché lì è stato fatto soltanto un censimento, e non sequestri e denunce? – come confermato dallo stesso titolare del Club della Canapa, Marco Gallo. Il titolare avrebbe anche spiegato come siano arrivati in negozio a Torino molti poliziotti, quasi fosse una retata – cosa che probabilmente non giova all’immagine di un negozio. In totale, sarebbero state sequestrate diverse confezioni di cannabis light da 1 a 3 grammi, per un totale di circa 500 grammi di prodotto.

Tanta confusione

Quello che molto probabilmente emerge da questi fatti è la gran confusione che ha creato la sentenza, sia tra i commercianti che non sanno più che pesci pigliare, e come si debbano comportare, sia tra chi deve per forza far applicare la “legge” e che si limita a fare il proprio lavoro. La speranza è che qualcuno si decida a fare chiarezza, ma soprattutto che valuti seriamente e in modo scientifico quanto possa essere considerata fuorilegge o addirittura “pericolosa” la cannabis light – che è stata creata apposta per non essere “stupefacente”. E voi, cosa ne pensate?


Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

55 shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qual'è la tua reazione?

hate hate
1
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win
Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed