Seguici su

Ambiente

Piazza d’Armi si arricchisce dei nuovi alberi donati dalla StraTorino

Si è conclusa ieri la messa a dimora in piazza d’Armi di 43 nuovi alberi: i tigli donati dalla StraTorino e Nova Coop

Pubblicato

il

Tigli in piazza d'Armi
La messa a dimora dei Tigli in piazza d'Armi - credit: Comune di Torino

La StraTorino è arrivata alla quarantatreesima edizione e così sono 43 i tigli che sono stati messi a dimora in Piazza d’Armi, grazie alla donazione di Nova Coop e La Stampa – rispettivamente sponsor e organizzatrice. Un albero per ogni edizione della gara podistica della città di Torino che, anche se l’ultima edizione risale al 2019, prima della pandemia da Covid, resta una delle manifestazioni sportive più importanti.

Rendere la città ancora più verde

«Ringraziamo Nova Coop e la Stampa per aver individuato una modalità concreta per rendere la città ancora più verde con un’importante azione di sensibilizzazione dei partecipanti alla corsa a una maggiore consapevolezza sulle tematiche ambientali», ha dichiarato l’assessore al Verde Pubblico Alberto Unia, presente in piazza d’Armi insieme al vicedirettore della Stampa Paolo Griseri e a Monica Di Martino, responsabile comunicazione Nova Coop.

La messa a dimora dei tigli

L’intervento di ieri mattina, spiega una nota del Comune, ha riguardato la messa a dimora di 10 piante nella porzione di parco prospiciente il piazzale Grande Torino, in sostituzione di alcuni tigli che non avevano attecchito in piantamenti precedenti. I restanti 33 alberi sono stati piantati la scorsa settimana in strada del Drosso, proseguendo il percorso di sostituzione dell’attuale alberata di frassini, specie che mal si adatta all’ambiente urbano, con i tigli, che hanno dimostrato nel tempo maggiore capacità di adattamento in questo contesto.

La messa a dimora delle piante – prevista inizialmente nella primavera del 2020 e rimandata a causa del lockdown – è stata realizzati da una ditta specializzata con la supervisione dei tecnici dell’Unità Operativa Alberate dell’Area Verde della Città.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità