Seguici su

Mobilità

Torino: la fanta-metropolitana con le sue 8 linee conquista torinesi e social

Un giovane torinese laureato in Fisica dei Sistemi Complessi ha concepito la Fanta Metropolitana di Torino: otto linee che coprono l’intera città. L’idea conquista i torinesi e i social

Pubblicato

il

Metropolitana Torino

La metro di Torino del futuro è la “fanta-metropolitana” di un giovane fisico dei sistemi complessi, torinese: Lorenzo Albrile, che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la sua visione di come potrebbe (e forse dovrebbe) essere questo servizio di trasporto pubblico evoluto: otto linee per coprire l’intera città come non mai. L’idea è subito un successo, moltissimi i commenti positivi, gli incoraggiamenti e il suggerimento di proporre il progetto a GTT.

La Fanta Metropolitana di Torino

L’idea della (fanta) metropolitana di Torino è nata da una situazione insolita, ma in questi giorni comune ai torinesi: la quarantena da Coronavirus Covid-19. « Insomma, questa quarantena ha portato nelle mie giornate tantissimo tempo libero da utilizzare – scrive Lorenzo sulla sua pagina FB – Tra una cosa e l’altra sono certo di non averlo sempre trascorso nel migliore dei modi, ma ho avuto occasione di sedermi sul mio balconcino su corso Racconigi e sono rimasto colpito, come molti, dall’aria pulita e respirabile che dall’inizio della quarantena è scesa su Torino». E così è nata la sua idea di mobilità urbana del futuro piuttosto prossimo.

Collegare tutta la città

Lorenzo ha sognato una città collegata, dal centro alle periferie, nel modo migliore e più efficiente possibile. Per questo, il suo progetto di metropolitana prevede non due ma ben otto linee. Lui, ritiene che si possa agire privilegiando il trasporto pubblico, anziché quello privato, in modo che Torino, da maglia nera per l’inquinamento dell’aria possa aspirare a tornare a respirare. Se il sistema di trasporto pubblico urbano funzionasse a dovere, i cittadini sarebbero molto più incentivati a lasciare l’auto a casa e servirsi della comodità di una metropolitana che ti porta dappertutto – o comunque dove ci si dovrebbe recare, come già avviene per molte altre città d’Europa.
«Ho sognato otto bellissime, affidabili ed efficienti linee di (fanta)metropolitana – scrive Lorenzo Albrile – e ho sognato come il loro funzionamento abbia avuto un effetto positivo sui cittadini, incentivandoli ad abbandonare l’auto privata se non per casi eccezionali. Ho immaginato che in quella Torino là si respiri quest’aria anche quando non c’è la quarantena, anche quando le persone possono uscire di casa e vivere la loro vita normale».

La (fanta)metropolitana di Lorenzo Albrile

Non solo a Torino

Il giovane fisico sottolinea che nella mappa postata su Facebook sono riportare unicamente le fermate nella città di Torino, giusto per una questione di semplicità e visualizzazione. Tuttavia, il suo progetto – così come l’ha immaginato – prevede una estensione della copertura alla prima cintura, coadiuvato da una rete di metropolitana leggera e del Sistema Ferroviario Metropolitano (SFM) in modo che sia il più efficiente possibile. I possibili destinatari del progetto ci daranno un’occhiata e ci penseranno su? Magari, visto che in questi giorni di tempo per meditare ce n’è di più.

VEDI ANCHE: Spesa online e consegne a domicilio: è attivo il nuovo sito con oltre 700 negozi di tutte le tipologie merceologiche.

1 Commento

1 Commento

  1. Laura

    1 Aprile 2020 at 12:41

    Sarebbe ora che Torino diventi una città degna del suo nome, storia e dei suoi cittadini. Finalmente con una rete di trasporto così sarebbe all’altezza del futuro che immagino sarà più dinamico e a misura di tutte le età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità