Seguici su

Trasporti

Tangenziale di Torino: i cittadini chiedono la chiusura del casello “ingiusto”

L’Unione Net chiede al Ministero dei Trasporti la chiusura del casello di Falchera della Tangenziale Nord, perché è un ingiusto costo per i cittadini, in particolare i residenti dell’area nord-est di Torino

Pubblicato

il

I cittadini che abitano nei comuni di Settimo, Mappano e in generale nell’area nordest di Torino si ritengono vittime di un’ingiustizia: quella di essere gli “unici” a pagare la Tangenziale di Torino. Per questo motivo, chiedono la chiusura del Casello di Falchera.

La richiesta al Ministero

Il Comune di Settimo Torinese, insieme agli altri Comuni dell’Unione NET (Borgaro, Caselle, Leini,  Volpiano, San Benigno e San Mauro) hanno richiesto al Ministero dei Trasporti e Infrastrutture la chiusura del Casello di Falchera. Il Ministero ha accettato di ricevere i rappresentanti per poter sottoporre al ministro e ai tecnici quelle che sono le criticità urgenti e irrisolte riguardanti il sistema dei trasporti del quadrante.

Eliminare il Casello di Falchera

Il primo punto all’ordine del giorno sarà proprio la richiesta di eliminare il Casello di Falchera, ritenuto responsabile di una palese diseguaglianza e penalizzazione nei confronti dei cittadini di Settimo e dell’Unione NET. Questi, infatti, ritengono di essere gli unici a pagare l’utilizzo della tangenziale Nord di Torino.

Gli altri nodi al pettine

Oltre alla chiusura del Casello di Falchera, l’Unione NET ha chiesto al ministro di discutere sul finanziamento per la connessione tra l’Autostrada A5 e la SP3 Cebrosa – cosa già prevista dal PRG di Settimo. La questione è ritenuta particolarmente urgente, poiché in questi anni si è già insediata proprio a Settimo gran parte della logistica del Piemonte.
Oltre a ciò, nella richiesta è stato inserito anche il potenziamento del sistema di traporto da e per l’aeroporto di Caselle e i comuni dell’Unione NET. Infine, si è richiesto che si prendano in considerazione gli interventi strutturali sulla linea del servizio ferroviario-metropolitano. Ora staremo a vedere quale sarà la reale sorte del Casello di Falchera e di tutto il resto.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità