Seguici su

Trasporti

Nuovo passo avanti per la Metro di Torino, avviato lo scavo del tunnel di prolungamento ovest

Il prolungamento della Linea 1 della Metro di Torino fa un passo avanti: sono iniziati i lavori di scavo per la galleria che collegherà la stazione Certosa a Collegno Centro

Pubblicato

il

Prolungamento metropolitana di Torino

TORINO – La Metropolitana di Torino compie un nuovo passo avanti. Sono infatti iniziati ieri i lavori per il prolungamento Ovest della linea 1, che prevedono la realizzazione della galleria compresa tra le stazioni ‘Certosa’ e ‘Collegno Centro’.

Le vetrofanie di Ugo Nespolo nelle stazioni

Un’occasione per presentare anche le vetrofanie realizzate da Ugo Nespolo per le 4 nuove stazioni, in via di realizzazione, nell’ambito del progetto ‘Museo nel metrò’. Le nuove opere omaggiano, fra l’altro, la Certosa di Collegno, la nuova sede dell’Università, il villaggio Leumann, le montagne, il trenino che percorreva corso Francia e uno storico produttore di levito della zona.

Molti benefici

«Possiamo ribadire con orgoglio – ha sottolineato la sindaca di Torino, Chiara Appendino – che questa infrastruttura porterà sicuri benefici all’ambiente e alla qualità della vita di tutti i cittadini di Torino e dell’area metropolitana».
Soddisfatto anche l’amministratore unico di Infra.To, Massimiliano Cudia. «Nonostante il periodo difficile – evidenzia – stiamo riuscendo a rispettare il programma di realizzazione dell’opera».

Un punto di svolta

Alla cerimonia hanno partecipato i sindaci di Collegno, Rivoli e Grugliasco, Francesco Casciano, Andrea Tragaioli e Roberto Montà concordi sul fatto che si tratti di «un’impresa sostenibile con una visione di futuro di cui tutti dobbiamo sentirci protagonisti, un punto di svolta per la crescita economica, urbanistica, culturale e sociale dell’area, un’opera strategica per la mobilità dell’intera zona Ovest».

Immagine di repertorio

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità