Seguici su

TAV

Tav: «non si può dire facciamola e basta»

«Un accordo con la Francia c’è già, basta applicarlo». Conte: «ho detto che la Tav oggi così com’è non la farei». Ecco perché

Pubblicato

il

TORINO – «Sulla Tav c’è un contratto di governo. Poi c’è un metodo di lavoro: non ci si sveglia dall’oggi a domani e si dice si fa così. Non è che per mesi si attende l’analisi costi-benefici senza discutere e poi si dice ‘bisogna farla punto’. Non funziona così», ha dichiarato Giuseppe Conte durante conferenza stampa.

C’è un accordo

«Siccome c’è un accordo e delle leggi del Parlamento, molto responsabilmente ho parlato con Macron e poi mandato il mio ministro dal ministro francese. Un altro passaggio ci sarà a breve con la Commissione Ue. All’esito di queste conclusioni trarremo le fila».

Così com’è non la farei

«Ho detto che la Tav oggi così com’è non la farei. Non la trovo conveniente ma mi ritrovo in fase di attuazione del percorso: o trovo un’intesa con la Francia e la Commissione europea o il percorso è bello e segnato», aggiunge il premier.

Torneremo in piazza

Secca la replica sì Tav di Mino Giachino che chiede alla Lega di smentire Conte o «torneremo in piazza». «Un accordo con la Francia c’è già – aggiunge Corrado Alberto, presidente di Api Torino, – basta applicarlo».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità