La Ferrero attaccata da chi dovrebbe difendere il Made in Italy

Facciamo chiarezza sulla questione delle nocciole importate. E' importante capire i limiti della questione e non fermarsi a dichiarazioni da show1 min


662 shares, 1 point

E’ bene chiarire un punto importante e noi piemontesi su questo dobbiamo essere inamovibili. La Ferrero è un’azienda italiana. Un’eccellenza italiana, un esempio nel mondo. La Ferrero usa le nocciole italiane.
Il problema è che per soddisfare il fabbisogno mondiale di Nutella, le nocciole piemontesi non bastano.

Poche nocciole, poca Nutella?

Nocciole piemontesi che ben sappiamo, negli ultimi anni per diversi problemi, sono state prodotte in quantitativo minore. E’ davvero questa onta disumana che un’azienda immensa come la Ferrero abbia quindi necessità di importarne altre dalla Turchia? La precedenza dell’azienda è sempre italiana. Ma quando l’Italia non basta? Dovrebbero produrre meno Nutella?

Nutella, tre quarti delle nocciole vengono dalla Turchia

I tre quarti delle nocciole del mondo provengono dalla Turchia, che per diverse ragioni è il maggior produttore. Ferrero si impegna inoltre a non importare nocciole da filiere in cui lei stessa non controlla la tutela, l’istruzione e lo stile di vita dei singoli lavoratori. Un impegno umanitario anche importante, per un Paese in cui le condizioni di vita non sono certamente delle migliori e lo sfruttamento lavorativo è una realtà diffusa.
Alla luce di tutto ciò, merita davvero la Ferrero, di essere osteggiata perché con le sole nocciole italiane non riesce a far fronte alla produzione?

La Nutella non è più la stessa con le nocciole turhe?

Parliamo di un noto politico che dacché metteva il suo faccione davanti ad una fetta di pane e nutella, è riuscito a dire pubblicamente di non mangiarla più perché prodotta con nocciole turche.
Pensate davvero che un discorso del genere abbia senso, di fronte ad un colosso italianissimo come la Ferrero?
Questa sera dovrò fare la spesa e questa sera comprerò la Nutella, perché le aziende italiane vanno sostenute, anche quando sono obbligate a rifarsi all’Estero per qualche prodotto che in Italia non trovano a sufficienza.

Leggi anche: ecco perchè quest’anno il vino piemontese sarà eccellente

Sostieni Torino Fan

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Torino Fan lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal
Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

662 shares, 1 point

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed