Seguici su

Provati per voi

Cena al «Rosso di sera» di Beinasco: per i veri amanti della carne

Ottima esperienza, ma sopratutto carni freschissime e saporite.

Pubblicato

il

Di ristoranti a base di carne ce ne sono tanti a Torino. Il problema che ho riscontrato molte volte, è che alla fine su una bella grigliata, tutto ha un po’ lo stesso sapore e troppo spesso si punta più sulla quantità che sulla qualità.
Ci sono sicuramente delle eccezioni e ieri sera ne ho personalmente trovata una davvero interessante: il Rosso di Sera di Beinasco.

Rosso di Sera di Beinasco

Il ristorante in questione si trova nel pieno centro di Beinasco, a pochi metri dal celebre “Angolo Partenopeo” e si chiama Rosso di Sera.
Non è grandissimo, avrà una cinquantina di coperti. Per cui se interessati è bene che prenotiate: si trova al piano superiore rispetto a quella che è, ho scoperto localmente, una celeberrima macelleria. Non v’è dubbio che la carne cucinata sia fresca e provenga direttamente dalla macelleria sottostante.

Rosso di Sera di Beinasco, cucina vista

Appena entrati è subito ben visibile la cucina a vista, aspetto molto apprezzato, perché veder cucinare una bella costata con maestria mette davvero di buon umore, oltre ad essere la riprova della pulizia del posto.
Tutto molto nuovo, in uno stile rustico che per un ristorante a base di carne ho trovato particolarmente appropriato.

Rosso di Sera di Beinasco, il menù

Una volta fatti accomodare si può studiare il menù e la carta dei vini, con un ben nutrito elenco di birre in bottiglia disponibili. I vini sono sicuramente ricercati e la soluzione più economica per una bottiglia da 0,75 sta sui 18 euro, mentre sui prezzi delle birre rimaniamo più bassi e più in linea con i prezzi di un normale pub, con bottiglie da 0,75 sui 9 euro.
Quello che sicuramente colpisce però è il menù per la vasta scelta di carni disponibile. Da tagli più classici di pollo, vitello e maiale all’angus che apprezzo particolarmente.

Rosso di Sera di Beinasco, i prezzi

I costi naturalmente restano alti, se si vogliono tagli pregiati, ma assolutamente coerenti col tipo di carne che si sceglie. Una tagliata di angus da 3 etti siamo sui 22 euro, per intenderci. Mentre nella foto dell’articolo trovate una delle loro grigliate. L’hamburger è di angus, la salsiccia di maiale ed il wurstel chiaramente fatto da loro per 500g di carne a 15 euro.
La cosa straordinaria della loro carne è il sapore. Ogni taglio ha un suo sapore specifico e persino il wurstel, che si può immaginare tra i più banali, è uno dei più buoni che abbia mai assaggiato, pur andando spesso in vacanza in Baviera.

Due note di eccellenza

Due note di eccellenza sono doverose. Io sono un’estimatrice del pane fresco e lì ad accompagnare il pasto forniscono un cestino di panini piccoli chiaramente fatti da loro, davvero morbidi e buoni. Altro sentitissimo suggerimento, se apprezzate la carne cruda, questo è il vostro posto. Nel mix di antipasti che abbiamo ordinato c’era sia della carne cruda che un carpaccio assolutamente gustosissimo.
Per gli amanti dei dolci, non resterete senza alternative. Dal classico tiramisù ad una golosissima crema catalana al limone e zenzero, passando per cheesecake ed altre delizie che chiaramente preparano loro.
Per chiudere il pasto mi sento di raccomandare un loro amaro al limone e rosmarino che non supera i 20 gradi, ma è davvero particolarmente aromatico ed inusuale.

Insomma, un posto davvero incantevole. Il conto per un antipasto condiviso –perché comunque la porzione è abbastanza abbondante- due grigliate, una bottiglia di vino Chianti, una d’acqua e due dolci è stato di circa 40 euro a testa, con amari gentilmente offerti.
Non economico, ma con un giusto rapporto di qualità prezzo che comunque è da tenere in conto quando si ha voglia di fare una buona mangiata di carne.
Spero vogliate approfittarne anche voi, di questa segnalazione ed in caso di farci sapere se confermate questa valutazione.

Leggi le altre recensioni dei Locali di Torino e Provincia

[zombify_post]

2 Commenti

2 Comments

  1. RENATO FLORIS

    9 Dicembre 2019 at 19:03

    la mia ex macelleria Lerda ha avuto una logica e naturale evoluzione!

  2. RENATO FLORIS

    9 Dicembre 2019 at 19:05

    Naturale evoluzione della mia ex macelleria Lerda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità