Seguici su

Cronaca Live

Cellulari e tumori: confermato il legame. Lavoratore risarcito dall’INAIL

Affetto da tumore per aver usato il cellulare più di tre ore al giorno durante l’orario lavorativo. Inail gli corrisponde un vitalizio

Pubblicato

il

Inal risarcisce lavoratore per tumore da cellulare

L’ Inail deve corrispondere un vitalizio a un lavoratore che si era ammalato per aver usato il cellulare per più di tre ore al giorno. Esiste, pertanto, un collegamento tra l’uso scorretto del cellulare e l’insorgenza di alcune tipologie di tumore. Lo conferma, con una sentenza, la Corte d’Appello di Torino così motivando: “esiste una legge scientifica di copertura che supporta l’affermazione del nesso causale secondo i criteri probabilistici ”più probabile che non'”. Il materiale scientifico e probatorio è stato ristudiato da due nuovi consulenti tecnici nominati dalla stessa  Corte d’Appello.

Aperto un sito di informazione

L’avvocato Stefano Bertone, che ha seguito il processo, si augura che questa sentenza possa sensibilizzare l’opinione pubblica. Il suo Studio ha aperto un sito dedicato dove gli utenti potranno trovare consigli per un uso corretto del cellulare.
 
Nota: a Brescia è stata pronunciata una sentenza analoga, già divenuta definitiva.

[zombify_post]

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità