Da via San Francesco d’Assisi a Via Corte d’Appello – La Casa editrice Aragno trasloca e si propone in una insolita e accattivante veste

In un palazzo ottocentesco di quattro piani, una casa editrice dà vita al nuovo concetto di libreria: show room, stanze per la lettura, luoghi di incontro e sale eventi 1 min


2.3k shares

Il palazzo, esteso su quattro piani,  risale all’800,  ed è stato acquistato dalla Casa editrice Nino Aragno che ne ha curato la ristrutturazione conservandone, al contempo,  le caratteristiche originarie.
Precedentemente il palazzo era di proprietà della Fondazione Torino Musei.

Il nuovo progetto – Polo culturale

In questo periodo, in cui tante librerie abbassano le saracinesche, il progetto di Aragno rappresenta  un rilevante investimento sulla cultura.
Due dei piani sono a disposizione del pubblico mentre, gli altri due, ospiteranno uffici, sale per riunioni e eventi. Nasce, pertanto, un nuovo Polo culturale. Aragno non si mette in concorrenza con le librerie e, pertanto, nello show room del pianterreno sono esposti i libri  della casa editrice che possono  essere consultati, ma non acquistati; l’ammezzato del palazzo, poi, è un luogo di incontro  accogliente che permette al pubblico di leggere, dialogare e confrontarsi. Lo show room e la  sala di lettura sono già aperti dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, mentre gli altri  piani, apriranno a fine gennaio.

La Casa editrice Nino Aragno

Fondata a Torino  nel 1999 da Nino Aragno la Casa editrice, ideata in ottica originale e di respiro,  si é aperta alla collaborazione con i più rilevanti enti culturali europei quali: il  Warburg Institute di Londra, il Collège de France, l’Istituto di giudaistica della Freie Universität di Berlino, l’Academia Belgica e l’Istituto Storico Belga di Roma. In Italia la Casa editrice collabora con: l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, il Centro internazionale di studi “Giovanni Pico della Mirandola” di Mirandola, la Fondazione “Centro di studi storico-letterari Natalino Sapegno” di Aosta, l’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento di Firenze, il Centro di Studi Politici Paolo Farneti di Torino, la Fondazione Luigi Salvatorelli, la Fondazione Luigi Einaudi, la Fondazione Giovanni Gentile per gli studi filosofici e la Fondazione Biblioteca Benedetto Croce. Il catalogo, composto da 24 collane che trattano di letteratura, storia, filosofia e storia dell’arte rendono al lettore una panoramica stimolante della cultura dell’ 800 e del’900 europeo.

Per chi desidera approfondire il tema è a disposizione il sito della Casa editrice
                         

Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

2.3k shares

One Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qual'è la tua reazione?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
1
lol
omg omg
0
omg
win win
1
win
Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed