Cosa accadrà agli Atenei torinesi il prossimo anno accademico?

Torino è una delle città più apprezzate dagli studenti, ma il prossimo anno molte cose cambieranno e molti ragazzi saranno costretti a seguire lezioni online. Per un effetto a catana saranno tanti gli esercizi commerciali a perdere il lavoro1 min


Non ci saranno i diecimila studenti stranieri e neppure i trentamila che arrivano da altre regioni perché sarà difficile che si spostino o che possano spostarsi. Come massimo gli studenti che potranno essere fisicamente in aula saranno una cinquantina:  quelli che abitano a Torino e dintorni mentre, gli altri studenti,  seguiranno da remoto le lezioni. Questo per quanto riguarda i Poli.

Negli ultimi dieci anni Torino ha avuto fino  all’8,5% di iscritti stranieri che rappresentano 3 punti in più della media italiana.  Uno studente straniero su dieci sceglie di trasferirsi a Torino e questa è una grande risorsa per la nostra città, e che verrà a mancare. Secondo una ricerca di Ires Piemonte Torino è entrata nel club prestigioso delle città più apprezzate dagli studenti stranieri. Quasi la metà di loro studia al Poli.

Il Rettore Geuna  è preoccupato soprattutto per la situazione economica di alcune famiglie degli studenti in quanto queste nuove povertà andranno ad incidere in modo pesante anche sull’istruzione e  già nelle pre-iscrizioni si è visto  un calo  del 15% di matricole.

Ma non è tutto qui: un minor numero di studenti significherà meno lavoro per gli esercizi commerciali vicino alle Università quali bar, librerie e ristoranti.

L’ effetto moltiplicatore sarà pertanto molto alto.

[CONTENUTO INSERITO DA UN LETTORE DI TORINO FAN]

Sostieni Torino Fan

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Torino Fan lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal

2 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Universitа a chilometro zero. E quasi in dialetto torinese. Almeno per un anno. Con (pochi) studenti in aula, al massimo 50, quasi tutti provenienti da Torino e dintorni. E tutti gli altri giovani in streaming a seguire da remoto le lezioni di fisica, ingegneria e biochimica. Cosм gli atenei si preparano all anno accademico 2020-2021 in cui mancherа la componente (fisica) dei fuorisede: 10 mila studenti stranieri e 30 mila provenienti da altre regioni che probabilmente non si sposteranno da casa il prossimo semestre.

    1. Sono abbonata a Corriere della Sera, La Stampa e altri giornali online
      Se leggo qualche articolo che interessa la nostra città consulto prima Torino Fan e, se non compare la notizia, riassumo l’articolo e molte volte, quasi sempre, aggiungo anche i miei commenti in proposito. Non faccio mai copia e incolla primo perché è proibito e poi non mi piacerebbe farlo. Ad ogni modo la notizia è stata data anche dai TG regionali. Torino è piccola

Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed