“Allontanamento Zero” il DDL regionale presentato al pubblico nel Convegno del 22 Novembre a Torino e il 29 Novembre a Cambiano.

IL Disegno di Legge della Regione Piemonte punta a portare gli allontanementi il più possibile vicino allo zero.2 min


3 shares, 1 point

Il 22 Novembre all'Hotel Diplomatic in via Cernaia a Torino è stato presentato al pubblico il Disegno di Legge che regolamenta l'affido dei minori. Ha presentato il DDL l'Assessore ai Bambini e alle Politiche Sociali della Regione Piemonte Chiara Caucino, che ha illustrato i punti salienti della nuova legge, che cambirà finalmente la drammatica situazione odierna che riguarda gli allontanementi dei minori dalle famiglie d'origine. 

Il moderatore, Gian Luca Vignale, già Consigliere Regionale nella precedente legislazione, ha presentato tutti i relatori, oltre l'Assessore, il Consigliere Regionale dell'Emilia Romagna Michele Facci, la psicologa dell'ASL TO3 Paola Monaci e il segretario dell'Associazione genitori Gesefi.

Dopo aver esposto i numeri esorbitanti di affidi e di relativa spesa pubblica in Piemonte, l'Assessore Caucino ha posto l'attenzione sull'art.1 del DDL, che mette in primo piano la tutela del diritto del minore a crescere ed essere educato nell'ambito della propria  famiglia. 

Personalmente penso che i minori siano esseri umani come tutti gli altri e che  appartengano solo a se stessi e che abbiano diritto di vivere con le persone con cui hanno un insostituibile legame: anche se non sono perfette, esse sono uniche , insostituibili. Naturalmente ci sono le eccezioni, ma è criminale trattare la regola secondo l'eccezione.

L'art. 2 prevede che l'allontanamento possa avvenire solo se tutti gli interventi, previsti a sostegno della famiglia in difficoltà, falliscono. Quindi assistenza socio educativa,domiciliare,economica ecc. A questo scopo viene introdotto il PEF(progetto educativo familiare)che serve per il recupero della capacità genitoriale della famiglia della durata di non meno di sei mesi. Quindi non deve più succedere che, se una famiglia viene a trovarsi in difficoltà economica, gli vengano tolti i figli. Al contrario può ricevere un aiuto economico che costrebbe alla comunità infinitamente meno della rete di comunità e affidi.   

Nell'art. 3 ,oltre al sostegno alla famiglia, si precisa un punto molto importante e cioè il coinvolgimnto dei  familiari fino al quarto grado di parentela, prima di inserire il minore in una realtà estranea e mercenaria. Nel caso che nessuna delle soluzioni sia attuabile, il DDL regolamenta l'affido in modo che siano tutelati in tutto e per tutto i diritti del minore, che, in tale malaugurata situazione, deve soffrire il meno possibile.

Nell'art. 4 viene sottolineato che le condizioni di indigenza della famiglia non può e non deve essere motivo di allontanamento del minore. Infine, affinchè sia garantita una valutazione interdisciplinare della situazione familiare, non dovranno esserci solo le relazioni degli assistenti sociali,ma anche delle autorità scolastiche e di qualunque soggetto di riferimento del minore utile e necessario a tale valutazione.

Alla fine della presentazione si è aperto un'acceso dibattito a causa della presenza in sala di esponenti, il cui punto di vista si riassume nel concetto che "I bambini non appartengono alla famiglia ma allo stato"e che naturalmente sono un mezzo di realizzazione di lucro miliardario a spese dei contribuenti.

Il CCDU Sezione Minori di Torino, che assiste molte famiglie del Piemonte, cui sono stati sottratti i figli, ha partecipato al Convegno. Il CCDU è stato fondato nel 1979 ed è una ONLUS italiana in contatto con il Citizens Commition on Human Rights (CCHR) che è stato fondato dallo psichiatra Prof. Thomas Szasz e dalla Chiesa di Scientology e che ha lo scopo di ripristinare Diritti Umani e Dignità nel campo della salute mentale.

  

Maria Grazia Scaglione                                                             Torino 4 Novembre 2019

  

Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

3 shares, 1 point

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qual'è la tua reazione?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win
Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed