Seguici su

Quartieri

Isole ecologiche a Torino, quando i cittadini non sono tutti uguali

La questione Isole ecologiche a Torino: rifiuti per terra e cittadini di serie A e serie B. Cosa accade?

Pubblicato

il

Isole ecologiche e rifiuti a Torino

TORINO – Il lotto Ingest delle Isole ecologiche a Torino fa differenze tra i cittadini? A domandarlo è il presidente dell’associazione Giustizia & Sicurezza Paolo Biccari che mostra come in via Val della Torre si sia verificata una situazione incresciosa.

Isola ecologica sì, ma…

«Pochi giorni fa – spiega Biccari – abbiamo appreso la notizia dell’inserimento di un contenitore per i rifiuti di carta nell’isola ecologica 61, in via Val della Torre. Una notizia che ci soddisfa, da tempo i cittadini chiedevano inserimento nuovi contenitori e maggior passaggio da parte di Amiat. Quello che ci lascia sconcertati e ci fa rabbia è che l’intervento è stato eseguito solo per l’isola ecologia 61 e non anche per le numero 58 e 59».

Qualcuno deve spiegazioni

«Abbiamo inviato una mail per avere spiegazioni all’Amiat e alla signora Seymandi, che si è interessata della questione – prosegue Biccari – Ci chiediamo i motivi di questa differenza tra cittadini, forse chi usufruisce le isole 58 e 59 è considerato un cittadino di serie B? Speriamo che fin da subito la questione venga risolta, eliminando questa fastidiosa differenza, portando maggiori contenitori e passaggi Amiat per tutti, così da non avere rifiuti riversati per terra nell’intero lotto Ingest».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità