Seguici su

Quartieri

A Torino, invece del metano arriva una tendopoli abusiva

I residenti di via Brenta e dintorni aspettavano il metano: non l’hanno avuto, ma possono in compenso godersi una “bella” tendopoli abusiva. La denuncia e le FOTO

Pubblicato

il

Degrado al Parco Sempione
Degrado al Parco Sempione di Torino

Beffa per i residenti di via Brenta e dintorni a Torino. Invece del metano, che aspettano da tempo, si ritrovano con una inaccettabile situazione di spaccio, degrado, bivacchi più simili a una vera e propria tendopoli che a giacigli improvvisati. La denuncia dei cittadini e le foto.

La sicurezza dov’è?

A far presente la degradante situazione del quartiere che comprende il Parco Sempione e Cascina Fossata, dopo la segnalazione dei cittadini, sono Simone Fissolo – Candidato alle Comunali, Lista Civica Moderati e Paolo Biccari – Candidato in Circoscrizione 5, Lista Civica Moderati. I quali sottolineano che «a questa Città, un Assessore alla Sicurezza degno di questo nome manca sempre di più. Da parte nostra, abbiamo iniziato con i residenti una raccolta firme da inviare al Questore e presenteremo in Comune un’Interpellanza del Cittadino per provare a risolvere le tante criticità che affliggono i dintorni di Cascina Fossata».

Tendopoli e non solo

«Spaccio, degrado, bivacchi più simili a una vera e propria tendopoli che a giacigli improvvisati: è la situazione con la quale da tempo i residenti di via Brenta e dintorni si trovano a dover convivere – fanno notare Fissolo e Biccari – Una trentina di persone dormono e spacciano nell’accampamento al fondo di via Brenta, attirando un gran numero di tossicodipendenti. La totale scarsità (per non dire assenza, in particolare nella porzione di parco Sempione compresa tra via Brenta e via Sospello) dell’illuminazione pubblica peggiora la situazione. Le più normali attività, come per esempio una passeggiata con il proprio animale fino all’area cani, diventano, alla luce dei fatti, impossibili per i residenti».

Aggressioni e rapine

I residenti, «raccontano che, in zona, le aggressioni e le rapine in casa negli ultimi tempi non sono mancate. Sul posto, abbiamo compiuto un sopralluogo, riscontrando tutte le criticità che i residenti avevano portato alla nostra attenzione e prendendo atto del fatto che la situazione è grave. Porteremo il tema all’attenzione della Giunta con un’interpellanza del cittadino presto presentata in Sala Rossa. Chiederemo, tra le altre cose, più cassonetti e cestini per i rifiuti e più punti di illuminazione pubblica nelle vie attorno Cascina Fossata».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità