Seguici su

Novita

Specialità piemontesi: mai provate le “bastarde”?

Da Caraglio (CN) e la sua famosa polenta nasce il progetto Polenta Bastarda e le sue specialità, tutte da scoprire e gustare

Pubblicato

il

Caraglio in provincia di Cuneo
Caraglio in provincia di Cuneo e le nuove "Bastarde"

Piemonte, terra di specialità enogastronomiche non finisce mai di sorprenderci. E nonostante le tenebre che stiamo vivendo in questo frustrante lungo tempo pandemico, nascono e proseguono iniziative positive. Fermento che crede in un futuro vitale o, per assurdo, al ritorno di quello che era stato un sereno periodo. Tra le diverse e interessanti iniziative, ecco per esempio il progetto: Polenta Bastarda – la polenta di Caraglio (@progettopolentabastarda), il paesino in provincia di Cuneo.

Sviluppare, promuovere e valorizzare la tradizione

Un progetto di sviluppo, promozione, valorizzazione e tutela della tipica coltivazione e produzione del mais caragliese – sorto sulle fondamenta di una vecchia leggenda locale (leggendedellavallegrana.blogspot.com). I primi timidi passi alcuni fa nella ricerca delle varietà menzionate nella suddetta narrazione. Poi le prove di coltivazione, di cucina, di degustazione. Per arrivare alla divulgazione di tale coltura presso alcune importanti aziende agricole locali: Az.Ag. Lerda Diego di Via Bottonasco – tel. 347.4619547, Az. Ag. Liliana Molineri di Via Rittanolo – Tel. 339.3763391, Az.Ag. Giordanengo Gabriella di Vallera Sottana – Tel. 340.7267432, Nadia Marchió di Vallera sottana – Tel. 333.2971996. Tutte di Caraglio.

La Sagra della Polenta di Caraglio

Nel frattempo, grazie all’illuminato interessamento dell’Associazione Insieme per Caraglio, nota per la sua riconosciuta sensibilità in merito alla promozione delle tipicità caragliesi, si sono svolte, negli anni 2018 e 2019, due edizioni di una sagra dedicata a questo particolare prodotto contadino.

Un progetto che si evolve

E, nel terribile 2020, il progetto si evolve con la ghiotta novità delle fragranti “Bastardelle – le paste di Caraglio”, create con tale peculiare farina dalla locale panetteria pasticceria Milone. Una piacevole e affascinante sorpresa. E ora, in questo 2021 che cammina ancora nella nebbia virale, grazie alla collaborazione con Albrafood di S. Vittoria d’Alba, il progetto cresce e presenta “Le Bastarde – le gallette di Caraglio”, nelle versioni Croucant e Biscuit. Gallette artigianali singolarmente buone, godibili, accattivanti.

Il diavoletto della leggenda

I prodotti a base di questo mais, per meglio tutelarne e garantirne la vera origine a scanso di deplorevoli equivoci, sono accompagnate da etichettature e confezioni recanti l’immagine del “faccino” stupito del diavoletto della storica leggenda e dal riferimento del diretto coltivatore. Questi rari prodotti si possono trovare presso i succitati coltivatori, nei negozi e al mercato contadino di Caraglio e, per ora, nel breve circondario.
Lucio Alciati

Immagine di copertina: Wikipedia – Luigi.tuby

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *