Seguici su

Curiosità

Una Giornata in memoria del Grande Torino: fissata la data di commemorazione

Dalla Regione Piemonte, la Giornata in memoria del Grande Torino. Una data decisa di comune accordo per commemorare le vittime del disastro di Superga del 1949. Ecco perché

Pubblicato

il

Grande Torino: una Giornata in memoria

Qualcuno lo ricorderà, il 4 maggio 1949 alle ore 17:03 la squadra del Grande Torino a bordo dell’aereo Fiat G.212 della compagnia aerea ALI si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della Basilica di Superga. In quel tragico incidente persero la vita 31 persone.

Una giornata in memoria del Grande Torino

«Il 4 maggio – dichiara l’assessore allo Sport Fabrizio Ricca in una nota della Regione Piemonte – verrà riconosciuta finalmente anche delle istituzioni come data di commemorazione di una squadra che ha fatto la storia del calcio». La notizia arriva dopo che la Giunta regionale ha approvato il disegno di legge che prevede l’istituzione della Giornata in memoria del Grande Torino nella ricorrenza della tragedia di Superga.

Mantenere vivo il ricordo

Per l’approvazione finale dell’istituzione di questa Giornata in memoria si dovrà attendere il giudizio del Consiglio regionale che passerà all’esame la proposta. L’intento della Giunta è quello di “mantenere vivi il ricordo e le gesta di quella squadra” oltre che “ispirare le nuove generazioni, e non solo, a un modello di vita e di sport rimasto senza uguali, dove l’unità di gruppo può portare a raggiungere risultati inimmaginabili. Il Grande Torino è stato fondamentale per la città, per l’Italia e gli italiani, per almeno due motivi: uno calcistico, che vede i granata come una delle squadre più forti nella storia del calcio; l’altro legato al periodo storico. Tanti italiani erano stati chiamati alle armi, avevano affrontato i disastri della guerra, e poi venne il Grande Torino, con i suoi cinque scudetti e con imprese sportive d’ogni genere: è stata una storia di rivalsa, di orgoglio e di gioia».

La squadra del Grande Torino

Un ricordo impresso nel cuore di ogni sportivo

A chi si domanda se c’era bisogno di istituire una Giornata in memoria, risponde sempre l’assessore Ricca: «C’era bisogno che la Regione Piemonte mettesse per iscritto che il 4 maggio è la giornata dedicata alle leggende granata? Forse no, perché il ricordo di quella storia è impresso indelebilmente nel cuore di ogni sportivo. Ma, in contemporanea, la Regione non poteva nemmeno esimersi da compiere un ennesimo tributo al Grande Torino e battersi perché il suo ricordo diventasse una occasione ufficiale», conclude Ricca.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità