Seguici su

Curiosità

Torino sotterranea: un viaggio alla scoperta dei misteri della città

Scopriamo insieme il fascino della Torino sotterranea

Pubblicato

il

Torino da scoprire
Torino da scoprire

Visitare Torino significa avere l’opportunità di scoprire tanti luoghi assolutamente da vedere. Non dobbiamo pensare però che per fare una visita completa al capoluogo piemontese sia sufficiente una sola giornata. Poter ammirare le bellezze di Torino va oltre un singolo viaggio in questa città, anche perché ci sono degli aspetti che non possono essere trascurati, se si vogliono scoprire tutte le meraviglie, anche quelle dal grande fascino misterioso, che Torino mette a disposizione. Proprio per questo chi visita questa città del Piemonte non può non fare un tour della Torino sotterranea, una vera e propria passeggiata alla scoperta di tutto ciò che si trova sotto la città stessa. Scopriamone di più su ciò che è possibile ammirare.

Il sottosuolo di Torino e il Museo Pietro Micca

Di certo attualmente esistono tanti modi per trascorrere il tempo libero. C’è chi preferisce affidarsi alle nuove tecnologie, avendo l’opportunità di scoprire nuovi modi per divertirsi. C’è chi vuole scoprire dove giocare al bingo online. Allo stesso tempo ci sono molte persone che non rinunciano al piacere di un viaggio, alla scoperta delle bellezze della nostra penisola, un altro modo interessante per trascorrere il tempo libero.

La Torino sotterranea è proprio uno di questi posti assolutamente da visitare, anche perché nel sottosuolo della città sono conservati parecchi segreti di Torino, di cui non tutti sono a conoscenza.

In genere per visitare il sottosuolo di Torino si organizzano delle visite guidate, che avvengono solitamente in orario serale. Si parte da un luogo in prossimità della stazione di Porta Susa, per una passeggiata che si presenta come molto suggestiva fin dall’inizio.

Il primo punto da non perdere è costituito dal Museo Pietro Micca, un museo storico che è stato dedicato all’assedio del 1706. In precedenza, nel luogo in cui attualmente si trova il museo di cui stiamo parlando, era presenta una fortezza pentagonale, che aveva un obiettivo difensivo nel XVI secolo.

Da questo punto si snoda un insieme di gallerie sotterranee, che sono state messe a punto per difendere la città e la popolazione in caso di conflitti militari.

Il Cimitero di San Pietro in Vincoli

Continuando il tour nella Torino sotterranea non possiamo perdere assolutamente la visita all’ex Cimitero di San Pietro in Vincoli. In questo luogo erano situate diverse fosse comuni, oltre ad una fossa nella quale venivano sepolti coloro che erano condannati a morte.

Proprio questo luogo misterioso è circondato dal fascino di una leggenda, con la vicenda del fantasma della Velata. Si tratta di una principessa che è morta all’età di 28 anni, nel 1792. Si racconta che il fantasma di Barbara, la principessa di cui stiamo parlando, si aggiri ancora oggi per questo luogo sotterraneo della città di Torino.

Dopo si continua la visita nella cripta. In questo luogo in particolare si possono visitare solo alcune stanze, ammirando gli affreschi che caratterizzano questo ambiente.

Le Ghiacciaie, le costruzioni per conservare il ghiaccio

A questo punto non possiamo non citare la visita alle Ghiacciaie di Torino. Si tratta di costruzioni che venivano utilizzate per immagazzinare il ghiaccio e la neve proprio nel sottosuolo della città. Queste costituivano delle vere e proprie riserve, per permettere alle persone di avere a disposizione del ghiaccio da utilizzare per la conservazione dei cibi o per le cantine.

Le costruzioni delle Ghiacciaie sono molto affascinanti, risalgono al periodo dal 1500 al 1700 e hanno una dimensione molto ampia, visto che possono arrivare anche ad un’altezza di 11 metri. Una di queste costruzioni è stata scoperta nel 1994, nel corso delle opere per la realizzazione di un parcheggio. Proprio in questa occasione chi lavorava in questo luogo ha avuto la possibilità di scoprire una testimonianza molto importante del passato di Torino.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità