Seguici su

Cronaca Live

Ucraina, la più piccola profuga arrivata in Piemonte ha solo 1 mese e mezzo: uno «scricciolo»

È arrivata in Piemonte, Lyubov la più piccola profuga dell’Ucraina: ha solo un mese e mezzo

Pubblicato

il

Profughi Ucraina
La piccola Lyubov arrivata in Piemonte - Credit: Alberto Cirio - Facebook

Si chiama Lyubov, e ha solo un mese e mezzo, la piccola profuga ucraina arrivata in Italia con un gruppo di 47 bambini portati in salvo dalla Fondazione Aief per l’infanzia e l’adolescenza, a bordo di un bus messo a disposizione da Fondazione Specchio dei Tempi giunto questa sera a Cavagnolo, nell’area metropolitana di Torino.

Uno «scricciolo», come la definisce su Facebook il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che rigrazia Aief per averla «portata al sicuro» anche con il supporto della Protezione civile regionale.

«L’esodo di un milione di bambini ucraini che stanno lasciando le proprie case è un dramma nel dramma della guerra: 47 bambini, la più piccola di un mese e mezzo, sono adesso al sicuro grazie alla nostra piccola ma significativa spedizione umanitaria – dichiara il presidente di Aief, Tommaso Varaldo – Superare tutti gli ostacoli organizzativi e burocratici non è stato semplice ma non abbiamo mai perso la speranza di portare al sicuro questi piccoli che siamo riusciti a far evacuare da una delle zone più bombardate dell’Ucraina. È stato fondamentale l’aiuto di alcuni deputati ucraini e dell’organizzazione ucraina per i diritti dei bambini, con cui abbiamo coordinato tutta l’operazione».

«Resteranno per sempre nei nostri cuori gli sguardi dei bambini quando hanno capito che eravamo arrivati per loro – racconta – Il timore di una bimba di 12 anni, che teneva stretta in braccio la sua piccola sorellina mentre attendeva di salire sul bus, è scomparso in un bellissimo sorriso e in un sonno profondo per tutta la notte del viaggio. Come tutti anche lei è arrivata con solo qualche zainetto e pochi sacchetti ma i suoi occhi guardano con speranza al futuro».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità