Seguici su

Covid 19

Torino, sala scommesse aperta dopo le 19 nonostante il divieto

La Polizia di Stato chiude una sala scommesse di Torino aperta dopo le 19:00 per palese violazione della normativa anti Covid-19 contenuta nel nuovo Dpcm

Pubblicato

il

Locali chiusi dalla polizia a Torino

TORINO – Le sale scommesse, come per altri esercizi commerciali, devono chiudere alle 18:00. Così è deciso dal Dpcm e nelle normative anti Covid-19 emesse per il contenimento della pandemia. Solo che c’è sempre chi non rispetta queste regole, in barba ai gestori onesti che invece le rispettano.

La sala scommesse

Quando gli agenti del Commissariato San Secondo sono entrati martedì sera, dopo le 19:00, all’interno della sala scommesse ubicata in via Tripoli 67 a Torino, hanno sorpreso il titolare della stessa, un cittadino italiano di 55 anni, intento a raccogliere le giocate dai clienti, in palese violazione delle disposizioni previste dall’attuale DPCM.

Senza cura delle protezioni per clienti e personali

Il titolare dell’esercizio, inoltre, non indossava correttamente il dispositivo di protezione delle vie aeree (mascherina) e non si curava di garantire l’accesso in modo contingentato per garantire agli scommettitori la distanza interpersonale di 1 metro. All’interno del locale erano presenti 6 clienti, 4 dei quali non distanziati correttamente.

La multa e la chiusura del locale

Il titolare è stato multato per un importo complessivo di 1.200 euro e al fine di impedire la prosecuzione della violazione (altri clienti, infatti, si presentavano durante il controllo chiedendo di poter accedere ai locali) la sala scommesse è stata provvisoriamente chiusa per 5 giorni.

Immagine di repertorio

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità