Seguici su

Cronaca Live

Torino, ruba e poi si mimetizza tra i senzatetto. La polizia però lo riconosce

Ladro a Torino tenta la fuga nascondendosi tra alcuni senzatetto, ma gli agenti di Polizia lo riconoscono e l’arrestano. Il VIDEO del ladro in azione

Pubblicato

il

Ladro in azione a Torino

TORINO – Ladro in azione a Torino che, certo di non trovare alcuno, ha approfittato di una giornata festiva per accedere al cantiere sottostante il cavalcavia di via Maria Mazzarello e compiere il furto delle monetine dei distributori automatici di cibi e bevande. È accaduto la mattina di San Valentino, e probabilmente lo aveva già fatto altre volte. Poi ha tentato di forzare la serratura di un container, utilizzato come deposito di macchinari da lavoro, con una spranga, ma la scena è stata vista e filmata da una testimone, dal balcone di casa, che ha contattato la Polizia.

Si mimetizza tra i senzatetto

L’uomo, vistosi scoperto, ha abbandonato il cantiere scavalcando il muro su corso Trattati di Roma, si è messo in fuga in direzione parco Ruffini, seguito dagli agenti, dove, una volta scavalcata la recinzione della massicciata ferroviaria ha provato a nascondersi sedendosi tra alcuni senzatetto. Ma, notato il sopraggiungere dei poliziotti, è sceso lungo la massicciata, ha provato prima a nascondersi fra gli arbusti e poi nel tentativo di risalire dallo stesso punto in cui era sceso è stato fermato dagli agenti della Squadra Volante.

Recuperate le monete

Il fuggitivo è stato trovato in possesso di quasi 60 euro in monete ed è stato arrestato per furto aggravato ma anche per tentato furto, avendo danneggiato il lucchetto e la chiusura del locale dove erano custodite attrezzature da lavoro per un valore di circa 5 mila euro. La condotta dell’uomo, un cittadino italiano di 44 anni pregiudicato per reali simili e già sottoposto alla misura dell’Avviso Orale, ha messo in pericolo l’incolumità degli operatori scesi lungo i binari e ha causato l’interruzione temporanea della circolazione ferroviaria.

Il video del ladro in azione

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità