Seguici su

Cronaca Live

Torino come circuito di Formula 1 per un ragazzo di 16 anni: multa per oltre 6.000 euro

Corse a folle velocità su via Pietro Cossa a Torino e un sedicenne che compie violazioni per oltre 6.000 euro. Fermato dalla polizia municipale, ritirate 16 patenti

Pubblicato

il

Folle velocità in via Pietro Cossa

TORINO – Una domenica all’insegna dell’alta velocità, con via Pietro Cossa presa per un circuito di Formula 1. Secondo i rilevamenti compiuti nel pomeriggio dagli agenti del Reparto Radiomobile e del Comando Sezione 5 della Polizia Municipale, all’altezza del civico 205 di via Pietro Cossa sono state registrate 195 violazioni del limite di velocità, con una punta massima di 154 km orari e una media di 90 km orari. Alle violazioni accertate da remoto, farà seguito il ritiro di 16 patenti per aver superato il limite di velocità di oltre 60 km orari rispetto al consentito (50 km orari).

Altre violazioni contestate a Torino

Nel pomeriggio altre numerose violazioni sono state rilevate dagli agenti del Reparto Radiomobile tra cui spiccano 24 sanzioni per guida senza cinture di sicurezza e 13 violazioni di semaforo su un totale di 72 verbali contestati.

Ragazzo di 16 anni alla guida dell’auto

Il record in negativo della giornata lo ha conquistato un ragazzino di 16 anni sorpreso alla guida di una Ford Fiesta. Il giovane, ovviamente privo di patente, non è passato inosservato allo sguardo attento degli agenti che, all’intersezione tra via Cigna e corso Vigevano, lo hanno notato fermo al semaforo con a bordo una ragazza e un bambino, tutti senza le cinture di sicurezza allacciate. Il giovane non si è fermato all’alt degli agenti e, nel tentativo di allontanarsi, ha attraversato quattro incroci con semaforo rosso, omesso di dare precedenza in un numero imprecisato di intersezioni e, in seguito, ha quasi investito un pedone creando svariate situazioni di pericolo.

Scappato dai genitori

Gli agenti sono riusciti a fermare il veicolo e, dai successivi accertamenti e dichiarazioni, è emerso che il ragazzo aveva preso il posto di guida dopo che i genitori erano scesi dall’automobile per svolgere una commissione. La sorella più grande, secondo quanto dichiarato dal ragazzo, lo avrebbe istigato a scappare per eludere i controlli degli agenti.

Multa di oltre 6.000 euro

Ai genitori, una coppia di nazionalità albanese, giunti sul posto poco dopo, sono stati notificati il fermo amministrativo del veicolo e 11 verbali, tra cui l’eccesso di velocità, la guida senza titolo, le violazioni di semafori e il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, per un totale di sanzioni di oltre 6.000 euro.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità