Seguici su

Cronaca Live

Tav sì, Tav no: intanto il cantiere diventa ambita meta turistica

In mezzo alla bagarre, e a chi è contro e chi a favore, il cantiere diviene un luogo per turisti. Grande successo e posti esauriti

Pubblicato

il

Tav sì, Tav no. Sono anni ormai che ne sentiamo parlare, che ci sono manifestazioni da parte dei No Tav e, ora, anche da parte di chi è Sì Tav. Anche il Governo ha il suo bel daffare, e prima o poi, si spera sia presa una decisione definitiva e, soprattutto, sensata. Nel frattempo, a quanto pare la ferrovia Tav diviene oggetto di interesse del mondo turistico. Il cantiere francese, infatti, grazie all’intraprendenza di Osservatorio 21, diviene meta turistica ambita, dato che in poche ore i posti sono andati esauriti. Già. Proprio così.

Corsa ai posti

Sembra una notizia da satira, ma invece è tutto vero: i posti per andare a visitare il cantiere della Torino-Lione sono andati letteralmente a ruba. E anche se si tratta del cantiere che si trova a Saint-Martin-La-Porte, in Francia, i “turisti” che sabato 23 febbraio sono andati in gita proprio lì, erano tutti italiani – una cinquantina in tutto. L’iniziativa, come accennato, è stata presa dall’associazione torinese Osservatorio 21. Gli organizzatori hanno dato l’opportunità ai partecipanti di esplorare la galleria realizzata dal cantiere in cui transiteranno i treni dalla Francia verso l’Italia. Gli insoliti turisti dotati di caschetti, gilet e stivaloni hanno anche avuto l’occasione di salire sulla fresa “Federica”. Al momento, i lavori procedono con gli scavi per la preparazione all’ultima fase del maxi-tunnel, e proseguono dopo la realizzazione della parte principale della tratta transnazionale del Tav con l’asse e il diametro di una delle due canne della galleria da 57,5 km.

Posti esauriti

Secondo quanto riferito da Osservatorio 21, i posti disponibili per partecipare all’insolita gita sono andati esauriti nel giro di poche ore dall’apertura delle iscrizioni sul sito Internet dell’associazione. Per chi ne fosse rimasto escluso, e per chi è interessato a farsi un giretto, Osservatorio 21 ha garantito che le visite proseguiranno presto. Per rimanere informato sulle date basta collegarsi al loro sito.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità