Seguici su

Cronaca Live

La studentessa accoltellata in strada: lui aveva già provato a ucciderla col veleno, ma lei non l’aveva denunciato

La giovane è ancora ricoverata in gravi condizioni dopo il tentato omicidio in largo Marconi a Torino. Lui aveva già tentato di avvelenarla

Pubblicato

il

Tentato omicidio

TORINO – Stando ai messaggi che aveva inviato sul profilo Instagram di G.K., la studentessa di 21 anni aggredita in largo Marconi due giorni fa, il suo ex fidanzato avrebbe avuto tutte le intenzioni di ucciderla. Ma non era la prima volta. Infatti, circa una settimana fa pare l’avesse invitata a casa sua a San Salvario con una scusa, per poi tentare di iniettarle del veleno nel collo con una siringa. Ma lei non l’aveva denunciato. E ora versa in gravi condizioni in ospedale.

Il tentato omicidio

La studentessa, iscritta a Lingue presso l’Università degli Studi di Torino, è stata avvicinata dal suo ex per poi essere colpita più volte all’addome e al collo con un coltello da cucina. Ignaro delle grida della ragazza, di quelle dei passanti rimasti sconvolti a quanto avevano assistito, pare che lui si sia limitato a lavarsi le mani insanguinate in una fontana.

L’aggressore

Lui è Jetmir Kurtsmajlaj, 27 anni e di origini albanesi, ex studente del Politecnico ora disoccupato. Arrestato dai Carabinieri del nucleo radiomobile di Torino a pochi metri dall’aggressione, in corso Marconi, ora è accusato di tentato omicidio. Lei, invece, è tutt’ora ricoverata all’ospedale Molinette, dopo un intervento chirurgico durato ben 6 ore per cercare di ridurre le lesioni ai polmoni. È ancora grave. E si spera se la possa cavare.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *