Seguici su

Cronaca Live

Sgozzato in pieno centro: l’assassino ripreso dalle telecamere?

Sgozzato in pieno centro. Le riprese delle telecamere

Pubblicato

il

Piazza CLN a Torino

Per il pover’uomo sgozzato in pieno centro sembrano emergere nuove ipotesi. La vittima, lo ricordiamo, è Stefano Leo, il 34enne di Biella che lavorava come commesso presso la K-Way di piazza Cln. Il tragico episodio è avvenuto sabato scorso, il 23 febbraio, in via Napione.

Caccia all’uomo

Dallo scorso sabato forze dell’ordine e cittadini si sono attivati per ricostruire gli eventi e trovare il criminale che ha ucciso Stefano a Torino, in pieno centro. Alcune novità interessanti emergono grazie a una telecamera installata all’incrocio con San Maurizio. In questa si vede un uomo, di carnagione chiara, che trasportava una busta. Era alto circa un metro e 75 centimetri.

Si tratta della stessa persona?

La persona, ripresa dalle telecamere di sorveglianza, potrebbe essere la stessa che avrebbe incrociato un italiano che si trovava quel giorno sul posto. Una quarantina di minuti prima, infatti, stava scattando alcune foto e l’uomo – sempre alto e di carnagione chiara – avrebbe chiesto espressamente di non essere fotografato.

Un folle o un delitto premeditato?

Al momento le indagini sono ancora in corso, tuttavia, alcune indizi farebbero pensare a un omicidio premeditato piuttosto che il gesto di un folle. Tuttavia, è impossibile, con gli elementi in possesso, escludere qualsiasi ipotesi. Potrebbe, quindi, trattarsi anche di una rapina finita nel peggiore dei modi.

L’autopsia

Il medico legale Roberto Tesi ha già eseguito l’autopsia disposta dal pm Ciro Santoriello, coordinatore delle indagini. Dai risultati è emerso che Leo è morto per dissanguamento a causa della lacerazione della carotide. La ferita è stata inferta, con molta probabilità, da un coltello di grosse dimensioni. Ignota la dinamica dell’aggressione: forse Stefano è stata ferito con l’arma mentre l’uomo si trovava dietro di lui.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità