Seguici su

Cronaca Live

Sabato nero in Piemonte per le valanghe: 6 operazioni di soccorso. Un uomo è grave

Giornata nera per le valanghe in Piemonte, con infortuni e 6 operazioni di soccorso in montagna. Grave uno alpinista di 46 anni travolto da neve in Valle Maira

Pubblicato

il

Valanghe in Piemonte

TORINO – Un sabato 30 gennaio nero per le valanghe in Piemonte. I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese hanno gestito 6 interventi sulle montagne piemontesi: tre nel Cuneese e altrettanti nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Un uomo è grave.

Gli incidenti in provincia di Cuneo

Due le operazioni di soccorso ad Acceglio in valle Maira (Cuneo): alle 13:15 una valanga ha coinvolto un gruppo di 8 escursionisti travolgendo un 46enne della provincia del VCO, rimasto sepolto dalla massa di neve. Il distacco, con un fronte di circa 50 metri, è avvenuto a quota 2800 metri d’altitudine, lungo la dorsale che unisce il monte Sautron e Rocca Praboccia.

Gli interventi dei soccorsi

L’eliambulanza del 118 con a bordo il tecnico di soccorso alpino e l’unità cinofila da valanga sono intervenute insieme alle squadre a terra, vigili del fuoco e carabinieri. All’arrivo dell’elicottero, uno degli escursionisti del gruppo ha agganciato il segnale Artva mentre i tecnici del soccorso alpino hanno trovato lo scialpinista travolto sotto oltre un metro di neve: era in arresto cardiaco e in ipotermia ed è stato portato in condizioni gravi in ospedale. I suoi compagni di escursione sono rimasti illesi e sono scesi a valle con gli sci, accompagnati dai soccorritori.

Un’altra richiesta d’aiuto

Sempre ad Acceglio c’è stata una seconda richiesta di aiuto non lontano dalla valanga: un altro scialpinista si è procurato una frattura alla gamba scivolando su un pendio ghiacciato. In questo caso è intervenuta l’eliambulanza di base ad Alessandria, con squadre a terra a supporto.

Gli incidenti nel Verbano

Gli altri interventi nel VCO: all’Alpe Cortino, nel comune di Malesco, una donna con le ciaspole ha subito la frattura a una gamba ed è stata recuperata dall’eliambulanza 118. In seguito, un escursionista è stato soccorso, sempre dall’eliambulanza del 118, al rifugio Cai di Baveno. I soccorritori sono poi stati mobilitati per il recupero di un gruppo di escursionisti rimasti bloccati nei pressi della cima di Morissolo, nel comune di Cannero Riviera, da una valanga che ha interrotto il sentiero.

Immagine di copertina rappresentativa

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità