Seguici su

Cronaca Live

Prende una spranga, distrugge mezzo ospedale e poi le auto parcheggiate

Un gesto folle al Maria Vittoria di Torino: marocchino prende a sprangate l’ospedale e le auto

Pubblicato

il

Un gesto estremamente folle che non lascia il minimo spazio a spiegazioni plausibili. È accaduto venerdì notte intorno alle ore due. L’autore del gesto sembra essere un giovane marocchino di 31 anni, il quale, dotato di una spranga, ha recato parecchi danni all’ospedale Maria Vittoria e, poco dopo, a tutte le auto che si trovavano parcheggiate nelle vicinanze. Ecco tutti i dettagli della vicenda.

Prende a sprangate ospedale e macchine

Follia pura. Non c’è altra spiegazione al gesto compiuto dal 31enne marocchino che alle due di venerdì 22 ha danneggiato buona parte degli arredi del pronto soccorso del Maria Vittoria. Come se non bastasse, poco dopo, sempre armato di spranga, ha rovinato parecchie auto parcheggiate in corso Tassoni e in Via Cibrario.

L’intervento della polizia

Come è logico pensare, subito dopo il personale di vigilanza dell’ospedale ha segnalato l’accaduto agli agenti della Squadra Volante che, i tempi rapidissimi, si è messa alla ricerca dell’uomo. Mentre i poliziotti si trovavano nei pressi, hanno trovato due bidoni dell’immondizia rovesciati e poi la spranga utilizzata dal giovane. Si sono quindi diretti verso corso Francia, all’altezza di via Principi d’Acaja, luogo in cui le forze dell’ordine sono riusciti a trovare il marocchino e fermarlo.

Arrestato l’uomo che ha danneggiato il Maria Vittoria

Stando alle ricostruzioni, sembrerebbe che il marocchino sia riuscito a impossessarsi della spranga mente si trovava in ospedale. Dopodiché ha danneggiato l’insegna della struttura sanitaria e praticamente sradicato una porta scorrevole. Ha anche colpito a una gamba un addetto alla vigilanza. Pare che l’uomo avesse già dei precedenti e ora è stato arrestato con l’accusa di violenza, lesioni a incaricato del pubblico servizio e danneggiamento aggravato.

3 Commenti

3 Comments

  1. Maurizio

    26 Febbraio 2019 at 10:09

    Imparate a scrivere in italiano corretto!
    “Sembra che l’uomo AVESSE…” non AVEVA…
    Grazie

  2. Elisabetta Pulin

    26 Febbraio 2019 at 15:12

    Imparare a scrivere le motivazioni… Non è possibile. Che uno entra spacca tutto e se ne va… Era ubriaco? O drogato? O semplicemente in attesa da 2 giorni e nessuno lo. Visita a o magari nessuno visita suo. Figlio??? Dare una notizia del genere senza neanche pensare o indagare sulle Motivazioni non ha senso

    • Redazione

      26 Febbraio 2019 at 15:48

      Ciao Elisabetta, hai perfettamente ragione. Purtroppo, al momento, la questura di Torino non ha fornito ulteriori dettagli. Sarà nostra cura chiedere ulteriori aggiornamenti nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità