Seguici su

Cronaca Live

Giocatori d’azzardo col reddito di cittadinanza, si fingevano poveri

Sette denunce a Torino dalla Gdf: i giocatori con reddito di cittadinanza movimentavano fino a 100mila euro, e si fingevano poveri

Pubblicato

il

Giocatori d'azzardo col reddito di cittadinanza

TORINO – Erano accaniti giocatori d’azzardo, soprattutto sulle piattaforme online dove arrivavano a movimentare fino a 100mila euro, però percepivano il reddito di cittadinanza fingendosi poveri. Sette persone, residenti nell’hinterland torinese (Valli di Lanzo), sono state denunciate dalla Guardia di Finanza e rischiano ora fino a 6 anni di reclusione.

Finti poveri e misure cautelari

Nel corso delle indagini, durate quasi un anno, sono emersi dalle dichiarazioni a sostegno della domanda per l’ottenimento del reddito di cittadinanza quelli che le fiamme gialle definiscono “insidiosi stratagemmi”. Singolare il caso di un uomo che si è dimenticato di essere sottoposto a misura cautelare, fatto che, di per sé, costituisce causa impeditiva alla concessione della misura di contrasto alla povertà. Segnalati all’Inps, dovranno restituire gli importi illegalmente ottenuti.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending