Dopo l’esercito, al via i controlli con i droni a Torino

Coronavirus e misure di contenimento: dopo i controlli da parte anche dei militari sul rispetto dei divieti a Torino, ecco arrivare i droni che ci “spieranno” dal cielo1 min


1.3k shares

L’emergenza Coronavirus Covid-19 continua, così come continuano a essere in vigore le misure di contenimento varate dal Governo e dalla Regione Piemonte. A Torino e provincia il controllo del rispetto dei divieti di uscire e di assembramento sono stati affidati non solo alle forze dell’ordine ma anche all’esercito. Ora, per rafforzare la sorveglianza arrivano anche i droni, che ci “spieranno” dal cielo.

Torino sotto sorveglianza

Non ce ne sarebbe stato bisogno, se tutti avessero rispettato le regole e i divieti attuati per il contenimento del Coronavirus Covid-19. Ma, come sappiamo anche dall’elevato numero di denunce, ci sono state molte persone che hanno trasgredito. Ecco perché si è dovuto ricorrere anche ai militari per i controlli. E ora, secondo quanto si apprende, pare si ricorrerà anche ai droni. Non è una questione di metodi coercitivi, ma si intende monitorare gli spostamenti dei torinesi proprio per garantire che il contenimento dell’epidemia si possa svolgere in maniera ottimale – per il bene e la salute di tutti.

Inviata una lettera all’Enac

La Città di Torino, nella figura dell’assessore comunale all’Innovazione Marco Pironti, ha inviato ieri una lettera endorsement all’Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile). Tra l’altro, per chi non lo sapesse, proprio l’Enac nel testo pubblicato riguardante i provvedimenti governativi emergenziali in vigore fino al 03/04/2020 circa l’utilizzo di droni, autorizza tutti gli Enti dello Stato e la Polizia Locale nei vari comuni a impiegare sistemi aeromobili a pilotaggio remoto «nell’ambito delle condizioni emergenziali dovute all’epidemia Covid-19, nelle aree prospicienti di tutti gli aeroporti civili».

Il progetto di controllo con i droni del Comune di Torino

Ad affiancare le forze dell’ordine e l’esercito nel controllo degli spostamenti dei cittadini ci saranno probabilmente anche i droni. Tuttavia, per il momento, secondo quanto previsto dal progetto del Comune di Torino, questi velivoli saranno impiegati nelle ore serali, quando gli spostamenti sono ridotti. L’impiego dei droni ha dunque un carattere preventivo e non soppressivo, si specifica. Per esempio, ha spiegato l’assessore Pironti, l’idea è di monitorare zone specifiche come le pensiline dei mezzi pubblici, in modo da accertarsi che non si creino assembramenti durante l’attesa del bus. Altro possibile impiego è quello di monitorare le aree a rischio diffusione del virus come possono essere le discariche e le stazioni ecologiche. In ogni caso, l’obiettivo è ridurre quasi, se non del tutto gli spostamenti dei cittadini che non siano indispensabili o inderogabili.

VEDI ANCHE: Fare la spesa in modo intelligente durante le emergenze.

Immagine di copertina rappresentativa. Credit: pixabay-thomas-ehrhardt

Sostieni Torino Fan

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Torino Fan lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

1.3k shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *