Seguici su

Cronaca Live

«Colpa di Torino»: in Piemonte le proteste per l’obbligo mascherine all’aperto

Dal 29 maggio al 2 giugno ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto in tutto il Piemonte. Da Alessandria la protesta: «È colpa di Torino». Tutti i dettagli, e le mascherine non consegnate

Pubblicato

il

Obbligo mascherine all'aperto in Piemonte

La decisione, formalizzata con un ordinanza, è arrivata: obbligo di indossare la mascherina all’aperto in tutto il Piemonte dal 29 maggio al 2 giugno 2020. Ma le 200mila mascherine promessa dalla Regione ai torinesi non sono arrivate. Ecco come e cosa si farà nei prossimi giorni. Intanto da Alessandria arriva la protesta per l’ordinanza: «È colpa di Torino».

Mano libera ai sindaci

L’ordinanza del governatore Alberto Cirio e del prefetto Claudio Palomba obbliga sì l’uso delle mascherine all’aperto in tutto il Piemonte, ma ha lasciato mano libera ad alcuni sindaci: in particolare quelli con scarsa densità di popolazione o i piccolo comuni. Questi potranno decidere di non far scattare l’obbligo. Per i restanti comuni più grandi come Torino invece l’obbligo resta.

Le multe per chi non indossa la mascherina

Chi non intende rispettare l’ordinanza tenga ben presente che, oltre a mettere in pericolo se stesso e gli altri, rischia di prendere una multa da 400 euro. Per cui è meglio munirsi di mascherina prima di uscire di casa. E se ancora non la si ha, è meglio comprarla.

Le mascherine non consegnate ai torinesi

Uno dei problemi lamentati dai torinesi è la mancata consegna delle 200mila mascherine della Regione Piemonte. Per ovviare al mancato recapito di queste mascherine, la Città di Torino ha previsto l’arruolamento di 200 volontari che, muniti di cartellino identificativo e pettorine, si attiveranno per la consegna alle famiglie torinesi. I volontari, si presenteranno quest’oggi nelle sedi delle diverse Circoscrizioni e muniti di sacche e zaini riceveranno le mascherine da mettere nelle buche delle lettere. Nel caso non bastassero, altri volontari saranno arruolati a partire dal 3 giugno, quando però l’ordinanza attuale non sarà più in vigore.

LEGGI ANCHE: Meteo Torino per il weekend: venerdì 29 sabato 30 e domenica 31 maggio come sarà il tempo?

Immagine di copertina credit: pixabay-engin-akyurt

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Trending