Seguici su

Cronaca Live

Arrivati a Torino altri 50 bimbi in fuga dall’Ucraina

Cinquanta bambini ucraini sono arrivati a Torino da Mariupol e Kryvyi, con la seconda missione umanitaria di Aief

Pubblicato

il

Bambini in fuga dall'Ucraina
Arrivati a Torino altri 50 bambini in fuga dall'Ucraina

Sono arrivati ieri a Torino da Mariupol e Kryvyi Rih cinquanta bambini ucraini in fuga dalla guerra. Accompagnati dalle loro mamme e da un papà, la cui moglie è rimasta a combattere, la loro accoglienza è coordinata con la Protezione Civile della Regione Piemonte dalla Fondazione Aief, alla sua seconda missione umanitaria in Ucraina.

«Non ci sono parole idonee per descrivere le storie di chi ha lasciato tutto per fuggire dalla morte e dalla guerra», commenta il presidente della Fondazione Tommaso Varaldo. Tra le mamme ci sono un’insegnante di fisica alle scuole superiori, un’impiegata comunale, una commessa, una logopedista, un operaio, molti di loro con più di tre figli e molte vedove.

Per raggiungere Leopoli, da dove sono stati accompagnati al punto di incontro con l’Aief al confine con la Polonia, hanno affrontato con i loro bambini un viaggio lungo e pericoloso: tre giorni per i più fortunati, a piedi e poi in macchine di fortuna, perché il treno è troppo pericoloso per spostarsi con i bambini o i binari non esistono più.

L’impegno per i bambini ucraini di Aief, che hanno portato in Ucraina quasi dieci tonnellate di beni di prima necessità, continua anche con la messa in campo di progetti psicosociali di prima accoglienza, di insegnamento della lingua italiana e di sostegno all’inserimento scolastico.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità