Seguici su

Consumatori

Negozi da paura a Torino: sequestrate 10 tonnellate di alimenti a San Salvario

La Gdf sequestra oltre 10 tonnellate di cibo in cattivo stato di conservazione e con false indicazioni sulla composizione. Una gigantesca frode alimentare. Denunciato il titolare

Pubblicato

il

Guardia di Finanza

TORINO – Oltre dieci tonnellate di alimenti sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Torino nel corso di un’operazione, coordinata dalla Procura, che ha portato alla scoperta di una gigantesca frode alimentare. Il titolare dei depositi, un imprenditore di origine cinese, è stato denunciato per frode in commercio, utilizzo di falsi sigilli e per il cattivo stato degli alimenti.

Il blitz a San Salvario

Le Fiamme Gialle hanno individuato due depositi, in via Nizza e via Saluzzo, nel quartiere San Salvario a Torino. Qui sono state rinvenute centinaia di confezioni non per uso alimentare di riso, fagioli, fecola di patate, miglio, destinati ai numerosi ristoranti “All you can eat” sparsi in città e provincia. Le confezioni riportavano false indicazioni sulla composizione, che contenevano sodio metabisolfito, palmitato, difosfato disodico, conservanti che possono provocare severe allergie.

In cattivo stato di conservazione

All’interno dei freezer, sono stati rinvenuti pesce, ortaggi e pollame in cattivo stato di conservazione, ricoperti dalla brina di ghiaccio a riprova dell’interruzione della catena del freddo. Scoperta anche una bilancia truccata che forniva un peso incrementato di un etto per ogni chilo pesato.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending