Seguici su

Comune di Torino

Sosta a pagamento in piazza Bengasi solo per il 40%

Novità per la sosta a pagamento nelle strisce blu in piazza Bengasi: il 60% sarà gratuito; si pagherà solo per il 40% degli stalli

Pubblicato

il

Strisce blu Torino
Novità per la sosta a pagamento in piazza Bengasi - Immagine rappresentativa

La città di Torino informa che ieri mattina la Giunta comunale, su proposta dell’Assessora Chiara Foglietta, ha approvato la delibera che conferma la sosta a pagamento nel parcheggio dell’area di piazza Bengasi, quale area di interscambio con la Linea 1 della metropolitana.

In concomitanza con l’apertura della stazione metro di Bengasi, si era in precedenza approvata la sperimentazione della sosta a pagamento sull’area circoscritta della piazza, per un totale di circa 380 posti.

Si paga solo per il 40% degli spazi

Col provvedimento di ieri viene confermata la regolamentazione dell’area, ma per un numero totale del 40% circa degli stalli presenti, con orario 8:00-19:30 dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) e con applicazione delle tariffe ordinarie “smart” (tariffa oraria pari a 1 euro) e relativi abbonamenti, nonché delle tariffe agevolate integrate sosta-trasporto pubblico: la formule park&ride infatti, oltre a consentire il parcheggio, comprendono la possibilità di utilizzare l’intera rete urbana di trasporto pubblico, funzionale quindi nell’agevolare l’intermodalità nel trasporto. Il restante 60% circa degli stalli saranno invece destinati alla sosta senza limiti di tempo.

Questa modifica si è resa opportuna alla luce dei risultati dei sei mesi di vigenza della suddetta sperimentazione, che hanno registrato un parziale utilizzo dell’area di sosta come parcheggio di interscambio.

La regolamentazione resterà in vigore sino al completamento della costruzione del parcheggio interrato di piazza Bengasi, i cui lavori partiranno nel 2023 per poi concludersi l’anno successivo, e sarà soggetta a verifica per valutarne l’efficacia rispetto agli obiettivi perseguiti.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità