Seguici su

Trasporti

A Torino arrivano i nuovi tram… scherzetto: bisognerà aspettare almeno due anni

La sindaca Appendino e l’assessora Lapietra avevano annunciato sui Social l’arrivo dei nuovi tram. Ma, ora, invece si parla di tempi diluiti e non prima del 2021. Delusione dei viaggiatori

Pubblicato

il

Si era parlato di ben 30 nuovi tram in arrivo per l’anno prossimo a dare manforte al trasporto pubblico gestito a Torino dalla GTT. Ma, dopo l’annuncio fatto a suo tempo sui Social da parte dell’assessora Maria Lapietra e della stessa sindaca Chiara Appendino, si fa dietrofront. Niente nuovi tram e attesa almeno sino al 2021, dato che i fondi sono stati spostati di due anni.

I nuovi mezzi pubblici a Torino

Si era parlato di 11,5 milioni di euro per rinnovare il parco mezzi GTT, già piuttosto sotto “organico” e oggetto di continui disservizi anche a causa dell’anzianità di molti bus e tram. Ma, qualche tempo fa, sui Social l’assessora alla Mobilità, Maria Lapietra, e la stessa sindaca Appendino – facendo in qualche modo eco alle numerose lamentele da parte dei cittadini – avevano annunciato che «arriveranno a breve i primi trenta». Ma, ora si scopre che non è così. Gli unici mezzi in arrivo sono i 74 bus. Almeno quelli, se tutto va come deve, inizieranno a circolare dai primi di agosto per le vie di Torino. Li riconosceremo non solo perché sono nuovi, ma anche perché i Mercedes saranno riconoscibili grazie alla nuova uniforme giallo-blu.

Perché il rinvio dei tram

Il rinvio dello stanziamento degli 11,5 milioni di euro è stato motivato da un certificazione a seguito dell’assestamento di bilancio varato giovedì dalla Giunta comunale. Il documento riporta che i fondi di 11 milioni e 250 mila euro attesi dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nel 2019 sono stati spostati al 2020 e 2021. Lo stanziamento doveva servire per il cofinanziamento della prima delle 3 tranche previste per il rinnovo del parco mezzi: nello specifico 30, 10 e altre 30 vetture.

La promessa di gennaio

I cittadini e i viaggiatori avevano accolto con favore l’annuncio dato in diretta Facebook da Lapietra insieme alla Appendino nello scorso gennaio. L’assessora aveva detto che «il primo marzo si chiuderà la gara di appalto e arriveranno i primi 30 tram». Forse era stata un po’ troppo ottimista, dato che poi la gara si era trascinata sino ad aprile. La GTT, ha poi ammesso alla gara cinque aziende, ma lo ha fatto soltanto il 6 giugno scorso. E devono iniziare i complicati negoziati. Si dovrà inoltre decidere per le vetture e le loro caratteristiche, nonché la messa in – che richiede almeno due anni. Insomma, il tempo intanto passa e passerà. Così per i nuovi tramo dovremo attendere ancora un bel po’.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità