Seguici su

Trasporti

Tav Torino-Lione, ripartono i lavori della tratta del Torinese

Approvato il progetto definitivo della Tav Torino-Lion, nuova linea Avigliana-Orbassano e degli interventi di adeguamento dello scalo di Orbassano

Pubblicato

il

Tav Torino-Lione
Ripartono i lavori per la Tav Torino-Lione nel Torinese - Credit: Regione Piemonte

La Regione Piemonte informa che il presidente Alberto Cirio e l’assessore ai Trasporti e Infrastrutture hanno accolto con soddisfazione l’ordinanza con la quale il commissario straordinario di Governo per la tratta italiana della Torino-Lione, Antonio Mauceri, autorizza RFI a sviluppare il progetto definitivo della nuova linea Avigliana-Orbassano e degli interventi di adeguamento dello scalo di Orbassano.

Secondo presidente e assessore il commissario Mauceri con questo atto indica la strada lungo la quale tutti gli attori devono ora lavorare per raggiungere l’obiettivo di una rapida realizzazione della tratta italiana del collegamento.

Inoltre, ricordano che l’attuale amministrazione regionale ha sostenuto fin dal suo insediamento la necessità del commissariamento dell’opera, grazie al quale si può finalmente ripartire con la progettazione in Italia nella piena consapevolezza che la Tav è un’infrastruttura indispensabile affinché il Piemonte possa cogliere le opportunità offerte dal traffico merci del nuovo collegamento ferroviario e l’Interporto di Orbassano possa diventare il principale scalo logistico del Nord-Ovest.

L’assessore ai Trasporti ricorda che quando qualcuno aveva fatto circolare l’ipotesi di un dibattito pubblico di approfondimento la Regione aveva ribadito con forza che la scelta della Tav era già stata fatta ed è stata confermata da tutti i Governi, mentre l’assessore alla Semplificazione fa presente che l’inserimento dell’Interporto Sito di Orbassano nella Zona logistica semplificata e la conferma del suo ruolo sulla linea sono la riprova della volontà politica di fare dello snodo logistico del capoluogo uno dei centri su cui si costruirà il Piemonte di domani.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Trending