Seguici su

Teatro

Il teatro è in ginocchio: diventa virale il video girato alla Reggia di Venaria

Diventa virale il video, girato alla Reggia di Venaria, creato per far riflettere sulla situazione che il teatro vive da più di un anno e che sta mettendo in ginocchio un’intera categoria di lavoratori

Pubblicato

il

video teatro reggia di venaria
Screenshot acquisito dal video di ‘L'artista incontra sé stesso’ - via Facebook

TORINO – Diventa virale il video-manifesto realizzato da artisti indipendenti nei suggestivi spazi della Reggia di Venaria Reale (Torino) per riflettere sulla situazione che il teatro vive da più di un anno e che non sta solo mettendo in ginocchio un’intera categoria di lavoratori dello spettacolo, ma sta anche privando tutti della possibilità di continuare a nutrire mente e spirito. In 48 ore ci sono state 593 condivisioni e 18.400 visualizzazioni.

La nostalgia dell’artista

Il regista Cosimo Morleo ha creato ‘L’artista incontra sé stesso’ per raccontare la nostalgia dell’artista che nasce proprio dall’urgenza di puntare i riflettori su questa situazione di stallo: l’artista ‘si manca’ e ‘ci manca’.

Incontro surreale ma poetico

La EkoDance Company – diretta da Pompea Santoro – con le coreografie di Paolo Mohovich e i costumi di Jorge Gallardo racconta questa mancanza e questo vuoto con una narrazione poetica ed elegante, accompagnata dal Cantico dei Matti di Bianca D’Aponte (interpretata da Brunella Selo e Fausto Mesolella). Danzatori e acrobati si incontrano, prima singolarmente e poi insieme, nella doppia veste di visitatori e artisti all’interno delle sale espositive del museo e per la scena finale su un palco immaginario nella Galleria Grande, allo stesso tempo pubblico e artisti. Un incontro impossibile, irrealizzabile, surreale, ma proprio per questo estremamente poetico.

Il video

Il video è visionabile sul profilo Facebook ufficiale della Reggia di Venaria al seguente link.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità