Volontari del Comitato dei Cittadini per i Diritti umani di Torino

A volte verrebbe voglia di mollare ma la disperazione di tanti genitori cui hanno strappato i figli spinge i volontari del CCDU ad andare avanti2 min


175 shares

“Certo che quelli del CCDU devono avere una certa resistenza per aver a che fare tutti i giorni con i casi di sottrazione di bambini dalle loro famiglie! Non viene voglia di mollare?” chiedono spesso le persone ai volontari, “Certo che a volte viene voglia di mollare, a forza di vedere disperazione, che, a volte, dopo anni di lotta inutile, diventa follia; a forza di vedere sempre vincere il male, la sopraffazione, l’arroganza, il lucro; a forza di stare sempre dalla parte di chi perde…  sì, viene voglia di girarsi dall’altra parte e lasciare che tutto vada alla malora, tanto.

Quando si è costretti a spiare il proprio figlio

Ma nel momento in cui si vorrebbe mollare viene in mente il volto ormai deformato dalla sofferenza di anni di R. donna dell’est, che da anni continua a correre dietro alla figlia, spostata da una struttura a un’altra, che ad ogni manifestazione s’accoda e ripete all’infinito la sua storia fatta d’ingiustizia, sbattuta fuori malamente da ogni ufficio presso il quale sia andata a protestare, ormai maniacale nell’andare a spiare la figlia quando sa dove si trovi.

Bambine in adozione

Che dire delle due donne A.e S. di età ormai indefinibile, che ,in modo diverso, hanno subito la stessa sorte: le loro bambine sono state date in adozione. Le cercano, non sanno dove sono, una è stata privata della figlia ancora neonata e anche se la rivedesse non potrebbe riconoscerla, l’altra ha assunto un investigatore e forse sa dov’è, poiché per lei non è passato troppo tempo, dice che potrebbe riconoscerla. Entrambe non si sono rifatte una vita, non hanno avuto altri figli per consolarsi, lavorano, sperano, cercano e così la vita di ognuna passa.

Figli strappati alle famiglie

C’è poi L. madre laureata, di ottima famiglia, che si è vista togliere due bambini, di cui uno in età prescolare, a causa di conflitti da separazione da un marito tossicodipendente da droghe e psicofarmaci, si è ritrovata prima rinchiusa con i due figli in una casa famiglia, poi separata dai bambini, che sono rimasti in struttura e infine costretta a vederli in luogo neutro e ad affrontare un processo contro la decisione di affidamento esclusivo al marito tossico.

Abuso psicologico

Persino quando una ragazza adolescente ha qualche dubbio sulla propria identità sessuale e si trova ad affrontare qualche discussione con la famiglia, che ha qualche difficoltà ad accettare la cosa all’istante, finisce in un centro educativo come K. con divieto assoluto ai genitori di vederla, tentare di avvicinarla o parlarle. L’accusa è quella di abuso psicologico, poichè non preparati ad una realtà mai immaginata.

Tratti psicopatici

Lo stesso vale per  G. madre single, che, dopo aver cresciuto la figlia da sola fino all’adolescenza, a causa di qualche difficoltà economica e qualche litigio  madre e figlia, sono state entrambe etichettate come persone con tratti psicotici, paranoici e con un rapporto simbiotico. G. si è vista rinchiudere  la ragazzina  in un manicomio ( pardon centro terapeutico) minorile,  senza più poterla  vedere fino ad oggi, costretta a spendere  tutti i soldi che aveva da parte in avvocati e perizie psico-qualcosa, senza risultati: la figlia continua ad essere detenuta e per di più sotto psicofarmaci.

Sì, a volte i volontari si sentono confusi , diventa difficile avere a che fare ogni giorno con dolore, rabbia, disperazione, ingiustizia, arroganza e parole ambigue come alienazione parentale, iperattività, disturbo oppositivo provocatorio, DOP, PAC, APC, SPC, DC, PAS, PAD, ADHD, DDAI. Ma quante sono le sindromi psichiatriche classificate sul manuale diagnostico e statistico (DSM)?

Il CCDU è stato fondato nel 1979 ed è una ONLUS italiana in contatto con il Citizens Commition on Human Rights (CCHR) che è stato fondato dallo psichiatra Prof. Thomas Szasz e dalla Chiesa di Scientology e che ha lo scopo di ripristinare Diritti Umani e Dignità nel campo della salute mentale.

Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

175 shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qual'è la tua reazione?

hate hate
1
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win
Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed