I torinesi quali libri scelgono in biblioteca?

Sai quali sono i libri più letti dai torinesi? I risultati potrebbero stupirvi1 min


47 shares

Il “Patto per la lettura”, voluto dal Comune nel 2018. sta avendo successo.  I circa 300 mila tesserati hanno preso a prestito nel 2019 ben 764 mila libri mentre, nel 2018 erano stati 758 mila. I libri più scelti riguardano le storie legate alla vita quotidiana ma anche  saggi concernenti  l’attualità e i fascicoli dedicati alle lingue straniere. ( Nell’elenco completo dei documenti più prestati a dominare, però, è Topolino e, tra i saggi, ha riscosso grande successo “L’Europa raccontata ai ragazzi” di Jacques Le Goff).

A breve il nuovo sito Web

Da diversi anni la biblioteca ha  sviluppato progetti di rete continuativi con le case del quartiere e, fra pochi mesi farà il suo esordio il nuovo sito web  e sono previsti nuovi acquisti. Al momento prevale ancora il formato cartaceo anche se i prestiti di ebook sono all’incirca 30.000 e ben 157 mila sono gli  accessi agli audiolibri. Su YouTube l’autore più cliccato é, manco a dirlo,  lo storico Alessandro Barbero.

L’ultima inchiesta

Una inchiesta recente condotta dai  i  “Servizi al pubblico e attività culturali delle biblioteche” di Torino ha  rivelato quali sono i gusti dei torinesi  in fatto di libri. Al primo posto troviamo il libro di Fabio Geda “Nel mare ci sono i coccodrilli” edito da Baldini Castoldi Dalai che racconta una storia vera: quella di Enaiatollah Akbari , bambino pakistano, che diventa uomo durante il  lungo viaggio che dalla sua terrà lo condurrà in Italia.
Massimo Gramellini con il suo “Fai bei sogni” è al secondo posto. Il giornalista scrittore é molto amato e infatti anche il suo ” L’ultima riga delle favole” si è già piazzato al sedicesimo posto.

Altri libri sul podio

“L’amico ritrovato” di Fred Uhlman;
“L’amica geniale”  di Elena Ferrante  che è diventato  un caso letterario mondiale;
“Il cacciatore di aquiloni”,  “Mille splendidi soli”  ed ” E l’eco rispose”di Khaled Hosseini;
“L’eleganza del riccio” di Muriel Barbery ;
“Il  signore delle mosche”   del  Premio Nobel William Golding;
“Il profumo delle foglie di limone” di Clara Sánchez;    
“Il silenzio dell’onda” di Gianrico Carofiglio;
“Se questo è un uomo” di Primo Levi ;
“Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” di Mark Haddon.

Personalmente li ho letti tutti e, pur nella loro diversità, sono veramente interessanti.

Sostieni Torino Fan

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Torino Fan lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

47 shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed