Seguici su

Il vino è per tutti

Il vino italiano è in pericolo! Diffondi la petizione contro i dazi USA

“I wine you”, dai il tuo contributo per salvare le piccole aziende vitivinicole italiane

Pubblicato

il

Penso che tu sia già al corrente dell’ intenzione del governo americano di continuare ad imporre ulteriori imposte su alcuni ariticoli provenienti da tutta Europa, dai tecnologici agli alimentari, tra questi ultimi è compreso il vino italiano.

Non c’è bisogno di essere un esperto conoscitore di vino per capire che le misure prospettate dal consiglio americano avranno ripercussioni su tutta la filiera vitivinicola italiana, infatti è noto che le nostre aziende esportano gran parte del loro vino negli Stati Uniti d’America, il principale paese importatore di vino italiano ( fonte : “I numeri del vino”, esportazioni di vino italiano aggiornamento ottobre 2019 [Link] )


Vino italiano più caro




Se riusciranno a portare in cantiere i dazi proposti, lo scenario che si prefigura non sarà certamente positivo, il vino italiano subirebbe un rincaro da far crollare drasticamente le vendite negli USA, di conseguenza calerebbero gli ordini provenienti da oltreoceano.




Molti dei vignaioli firmatari del documento li conosco personalmente e ti assicuro che il problema è molto più grave di quanto si possa pensare.




È di questi giorni la notizia che la petizione qui proposta sia stata consegnata alla Ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Teresa Bellanova con un plico di 18.000 firme di protesta, però questo non basta, siamo solo all’inizio.







Consegna a Roma della petizione da destra :Onorevole Chiara Gribaudo, Marilena Barbera (vignaiola prima firmataria), Ministra Teresa Bellanova, Matilde Poggi (Presidente della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti FIVI)




Una petizione contro i dazi USA




Ti invito pertanto a firmare e condividere il più possibile l’appello dei vignaioli se vuoi continuare a gratificanti bevendo l’ottimo vino italiano, il tuo appoggio non resterà vano, sarà molto importante per le sorti di tante piccole aziende che producono un’eccellenza riconosciuta in tutto il mondo.




Qui la petizione da sottoscrivere [LINK]







Per ulteriori informazioni continua a seguire questa rubrica su Torino Fan “il vino è per tutti” oppure contattami tramite il blog vinoamoremio.it o attraverso altri canali social a me riconducibili.




[zombify_post]
Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending