Seguici su

Storie

Il portone del diavolo

Il Portone del Diavolo è collegato a uno dei palazzi più misteriosi di Torino. Luogo, in cui ora ha sede una banca. Perchè è considerato un posto magico-esoterico?

Pubblicato

il

Un altra interessante curiosità di Torino è, senza dubbio, “il portone del diavolo”. Città magica da sempre, legata a culti magici ed esoterici, Torino secondo gli esperti sarebbe uno dei vertici dei due triangoli della magia nera (insieme a Londra e San Francisco) e della magia bianca (insieme a Lione e Praga).

Torino, i palazzi esoterici e misteriosi

Molti sono i punti e i palazzi esoterici e misteriosi, nella nostra città. Uno di questi è sicuramente il portone del Palazzo Trucchi di Levaldigi, da tutti conosciuto come il portone del diavolo.

Portone del diavolo, oggi una banca

Questo palazzo oggi ospita una banca, e vista la nomea è chiamato palazzo del diavolo. Il portone fu scolpito nel 1675 da una ditta di Parigi su richiesta di Giovanni Battista Trucchi di Levaldigi. La porta, molto bella, è ricca di fregi, che riguardano frutta, fiori, e animali. La parte più interessante, che è quello che poi ha dato il nome al portone, è il battacchio centrale raffigurante satana (il diavolo). Sotto la testa del diavolo ci sono due serpenti le cui teste si incontrano nella parte centrale.

La leggenda del Portone del Diavolo

La leggenda narra che il portone sia apparso dal nulla in una sola notte, ma le leggende legate a questo portone sono davvero molte. D’altro canto chi è interessato a leggende e a magie non può venire a Torino senza venire a vederlo.

[zombify_post]

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending