Seguici su

Curiosità

Curiosi di vedere i nuovi tram di Torino? Noi sì!

Dietro ai nuovi mezzi c’è un marchio di importanza internazionale, che ha collaborato con un importante studio di architettura

Pubblicato

il

Si è conclusa da poco la procedura di valutazione delle offerte di gara per la fornitura alla città di Torino, di 30 tram per il trasporto pubblico e a vincere è stata la divisione europea del colosso giapponese Hitachi.
Il colore della livrea sarà quello della città di Torino: un giallo-blu già visto sui nuovi pullman in servizio.

Un design accattivante

E i nuovi tram hanno un design davvero accattivante e futurista. Gli interni sono stati infatti progettati da un celebre studio di architettura di Moncalieri, la Giugiaro Architettura e i mezzi sono dotati di pianale ribassato, aria condizionata e 2 postazioni disabili.

Finanziamento da 63,4 milioni di euro

Sono stati acquistati con un finanziamento di 63,4 milioni euro dl Ministero dei Trasporti nell’ambito della cosiddetta “cura del ferro”.
La cura del ferro, fortemente voluta dal ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, oltre a potenziare il trasporto ferroviario nel suo complesso, ha l’ambizione di agganciare stabilmente l’Italia ai grandi cricuiti logistici europei.
Ora l’obiettivo è procedere entro ottobre con l’assegnazione definitiva della commessa e la stipula del contratto.

Pronti tra 18 mesi

I primi tram saranno pronti tra 18 mesi, al termine dei quali potranno iniziare le procedure di autorizzazione per l’immissione in servizio a partire dalla primavera del 2021 e, in parte, sostituiranno i modelli più datati come i tram “gialli”.
La Città e Gtt hanno fatto richiesta al Ministero dei Trasporti per il finanziamento di un ulteriore lotto di 40 tram.

Curiosi di vederli in giro? Ci sarà purtroppo un po’ da attendere ma pare che ne varrà la pena.

[zombify_post]

1 Commento

1 Commento

  1. Luca

    13 Settembre 2019 at 8:26

    Ottimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità