Cruto versus Edison – una storia tutta piemontese

La lampadina un'idea di Thomas Edison? Non proprio! Fu un grande scienziato torinese a inventare una delle migliori lampadine. Ma perchè nessun ne parla?2 min


2.3k shares

L’invenzione della lampadina elettrica a incandescenza è attribuita a Thomas Edison ma la storia della lampadina italiana vede protagonista l’inventore  Alessandro Cruto, di Piossasco, che nasce nel 1847 esattamente trentasette giorni dopo Edison. Alessandro Cruto, di umili origini, studia da autodidatta architettura, chimica e fisica intrufolandosi, quando riesce, all’Università di Torino dove apprende che diamante e carbonio hanno la stessa origine chimica. Ne resta molto colpito e allestisce a Piossasco un piccolo laboratorio inseguendo il sogno di cristallizzare il carbonio per ottenere i diamanti sintetici. Le conoscenze dell’epoca,  però, non sono ancora mature e il primo diamante sintetico sarà ottenuto solo nel 1953.

La svolta e l’intuizione

Nel 1879 Cruto assiste a una conferenza dello scienziato Galileo Ferraris che parla dei progressi americani sull’illuminazione elettrica, e sulla lampada a incandescenza. Questa conferenza, mentre salva Croto dalla frustrazione di non riuscire a produrre i diamanti sintetici, lo induce ad applicare alla lampadina il materiale che sta studiando. Ha sentito parlare dei tentativi che sta facendo Edison per la lampadina ad incandescenza; la tecnica di ottenere luce facendo passare la corrente su un filamento è già nota ma il filamento giusto non è ancora stato trovato ed Edison usa un filamento di caucciù carbonizzato ma con scarsi risultati. Attraverso un particolare procedimento, Cruto riesce a ottenere filamenti di carbonio e anche una saldatura elettrica del filamento che brevetta nel 1882.

La riuscita

Cruto allestisce alcuni prototipi e alla fine del 1881 organizza un confronto pubblico tra lampadina Cruto e lampadina Edison.  Il Piemonte batte Ohio: la lampadina  piemontese dura 500 ore contro le 40 di quella di Edison, ha una luce più bianca e la sua produzione è meno complessa.
Purtroppo il 27 gennaio 1880 Edison aveva già registrato negli Stati Uniti il suo brevetto per la lampada elettrica a incandescenza!
Alessandro Cruto diventa un personaggio in Italia ma, purtroppo, quasi nessuno si accorge di questo successo al di fuori dei confini nazionali mentre, Edison, ha già trovato i finanziamenti per costruire una fabbrica di lampadine (siamo in America!) e riesce a convincere i consumatori che il suo è il migliore prodotto esistente con una massiva operazione di marketing. Esperti dell’epoca, però, rendono giustizia a Cruto asserendo che il filamento italiano è, dal punto di vista ingegneristico, superiore a quello di Edison.

I riconoscimenti internazionali

Queste affermazioni  si diffondono anche all’estero e, nel 1882, Cruto partecipa all’Esposizione di Elettricità a Monaco di Baviera dove la sua lampadina ha un enorme successo. Il successo  si consolida ulteriormente all’Esposizione Nazionale di Torino del 1884 rendendo possibile la vendita del progetto in Francia, Svizzera, Cuba e Stati Uniti.

La fabbrica di Alpignano

Nel 1855, Cruto fonda la “Società italiana di elettricità sistema Cruto”, che ha il compito di produrre e commercializzare le lampadine elettriche.
Lo stabilimento nasce ad Alpignano; nel corso degli anni la proprietà passa poi a Edison Clerici e successivamente a Philips finendo a Milano.

La fine

Alessandro  Cruto muore nel 1908 pressoché dimenticato da tutti.
Alpignano lo ricorda con una targa e, Torino, con un murale.

Chi ha inventato la lampadina?

Infine, è bene sottolineare che , ufficialmente, si ritiene che la lampadina a filamento di carbonio sia stata inventata dal britannico Sir Joseph Wilson Swan nel 1878. E pochi anni dopo, nel 1881, il Teatro Savoia nella City of Westminster fu il primo edificio a essere illuminato da lampadine a incandescenza.

Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

2.3k shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qual'è la tua reazione?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win
Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed