Seguici su

Offerte di lavoro

Lavoro: al via il concorso per 1.030 allievi marescialli della Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza ha indetto un concorso per l’ammissione di 1.030 allievi marescialli al corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di finanza. Tutte le info

Pubblicato

il

Guardia di Finanza Torino
Concorso allievi marescialli Guardia di Finanza

Nuove offerte di lavoro e concorsi. La Guardia di Finanza ha indetto un concorso per l’ammissione di 1.030 allievi marescialli al 93° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di finanza, per l’anno accademico 2021/2022.

I 1.030 posti disponibili sono suddivisi nel seguente modo:

  • 983 sono destinati al contingente ordinario
  • 47 sono destinati al contingente di mare

Requisiti per l’ammissione al concorso

Tutti i candidati devono possedere:

  • un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute.
  • possono partecipare anche coloro che conseguano il diploma nell’anno scolastico 2020/2021.

Requisiti per gli appartenenti al ruolo di sovrintendenti, appuntati e finanzieri, allievi finanzieri, ufficiali di complemento o in ferma prefissata con diciotto mesi di servizio:

  • non aver superato il compimento dei 35 anni
  • non aver ricevuto demeriti durante il servizio prestato
  • se in servizio permanente, non essere stati dichiarati non idonei all’avanzamento al grado superiore
  • non risultare imputati o condannati
  • non essere stati sottoposti a un procedimento disciplinare di corpo
  • non essere stati sospesi dal servizio o dall’impiego ovvero in aspettativa
  • non essere stati già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli

Requisiti per i cittadini italiani, anche se già alle armi:

  • non aver superato il giorno di compimento dei 26 anni
  • se minorenni, avere il consenso dei genitori o del tutore
  • godere dei diritti civili e politici
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione
  • non essere stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale
  • non essere stati dimessi alla vita militare
  • non essere stati condannati
  • non essere in situazioni incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di Finanza
  • non essere già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli

Come candidarsi al concorso della Gdf

La domanda di partecipazione deve pervenire entro mercoledì 19 maggio 2021 alle ore 12 utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile nell’area concorsi del sito ufficiale della Guardia di Finanza. È possibile accedere al portale utilizzando il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). È necessario inoltre essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dove ricevere tutte le comunicazioni relative al concorso.

La procedura di selezione prevede:

  • prova preliminare con questionari a risposta multipla
  • prova scritta di composizione italiana
  • prova di efficienza fisica
  • accertamento dell’idoneità psico-fisica e attitudinale
  • prova orale di cultura generale
  • prova facoltativa di una lingua estera con esame scritto e orale nella lingua prescelta
  • prova facoltativa di informatica
  • valutazione dei titoli

Per maggiori dettagli e procedura di candidatura, è possibile consultare il bando completo.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità