Seguici su

Eventi

I grandi eventi del 2022 in Piemonte

Presentati al BIT di Milano i grandi eventi 2022 che si terranno in Piemonte. Ecco quali, come e quando

Pubblicato

il

Il Piemonte al BIT di Milano
Il Piemonte al BIT di Milano - Credit: Regione Piemonte

Il Piemonte e i grandi eventi del 2022. Alla BIT 2022, allestita negli spazi di Fiera Milano City, la Regione Piemonte presenta il territorio insieme alle 7 Agenzie Turistiche Locali e a una delegazione di operatori turistici. In linea con il claim dell’edizione 2022, Step into a new journey, il Piemonte porta alla BIT un’offerta turistica altamente diversificata, a iniziare dal patrimonio agro-alimentare, con prodotti come il Tartufo Bianco d’Alba, vini con 18 Docg e 41 Doc, e 340 Prodotti Alimentari Tipici, reinterpretati nei 46 ristoranti Stella Michelin.

Tra le varie iniziative le conferenze stampa del 10 aprile di presentazione della nuova app sui Sacri Monti e dei grandi eventi del 2022, trasmesse in diretta e poi pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale della Regione.

Tutto questo in abbinamento ad un circuito artistico e culturale di assoluto prestigio, che, accanto a città d’arte di grande fascino, a 40 Comuni Bandiera Arancione e ai 17 “Borghi più belli d’Italia”, conta importanti siti Unesco. Con 95 aree naturali protette, il Parco nazionale del Gran Paradiso e il Parco nazionale della Val Grande, 20.000 chilometri di percorsi ciclo-turistici e una rete di cammini storici, il Piemonte offre un’esperienza di viaggio personalizzata nel segno di un turismo sostenibile di alta qualità.

Gli eventi presentati

A essere presentati sono stati una serie di eventi internazionali in programma nei prossimi mesi, a cominciare da Eurovision Song Contest, che dal 10 al 14 maggio vedrà 40 nazioni presenti a Torino, confermando il capoluogo subalpino set di riferimento della scena musicale ed artistica mondiale. Ancora a Torino, appuntamento con la cultura al Salone del Libro, con un calendario di incontri ed iniziative dal 19 al 23 maggio, mentre dal 31 maggio al 4 giugno è la volta del Festival Internazionale dell’Economia. Protagonista dell’autunno Artissima Fair, la più importante fiera italiana dedicata esclusivamente alle espressioni artistiche contemporanee che dal 4 al 6 novembre trasforma Torino in laboratorio internazionale. Anche in ambito sportivo il Piemonte, primo in Italia ad aggiudicarsi il prestigioso titolo di Regione europea dello sport 2022, ha in serbo un nutrito palinsesto di eventi per un anno all’insegna dello sport come strumento di salute, integrazione, educazione e rispetto. E dal 13 al 20 novembre secondo appuntamento in Piemonte con ATP Finals, il più importante torneo di fine stagione del tennis maschile che fino al 2025 riunirà ogni anno a Torino il gotha del tennis mondiale.

Sul versante enogastronomico, sempre a Torino dal 22 al 26 settembre Terra Madre Salone del Gusto richiama gli estimatori della miglior produzione mondiale. In settembre saranno le Langhe Monferrato Roero e la Città di Alba ad ospitare la VI edizione di Global Conference in Wine Forum, il più importante forum mondiale sul turismo enologico, a riconferma della storica vocazione e cultura enologica del Piemonte. E da ottobre a dicembre Alba e le Langhe saranno il fulcro della 92° edizione della Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba, con il correlato mercato mondiale.

Periodo difficile, ma siamo fiduciosi

«Come Regione cerchiamo di lavorare in una sinergia pubblico-privato che ci permette di presentarci al meglio – ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio – Certo il periodo non è facile, c’è una guerra in atto, aumentano le bollette che spaventano le imprese e un po’ tutti. Ma noi siamo fiduciosi perché stiamo facendo un grande lavoro già evidenziato nel 2021 con la presentazione dei flussi turistici, che ha dimostrato per l’anno scorso una crescita di interesse e di partecipazione che tocca quasi il 54% e nei primi mesi del 2022 c’è un interesse di più del 33%. Quindi il Piemonte è considerato un territorio sicuro in termine di salute, di tutto quello che è importante per dare serenità e tranquillità al turismo».

«La partecipazione alla BIT – ha proseguito Poggio – riveste una particolare importanza per la promozione del sistema turistico del Piemonte nelle sue diverse componenti. La serie di grandi eventi a carattere culturale, sportivo ed enogastronomico sono cassa di risonanza dell’intero territorio e offrono un’eccezionale opportunità di visibilità e promozione del Piemonte nel mondo, oltre a essere motori fondamentali per il marketing e per lo sviluppo economico. Le straordinarie potenzialità del Piemonte ci consentono di offrire ai viaggiatori e agli operatori italiani ed esteri una destinazione di forte richiamo internazionale. Un’opportunità che è resa possibile grazie al coinvolgimento attivo di tutto il territorio, dalle ATL – Agenzie Turistiche Locali, ai Consorzi e alla rete dei nostri operatori turistici».

L’assessore Chiorino a un dibattito sul sistema Its

Nella mattinata del 10 aprile l’assessore regionale al Lavoro, Istruzione e Formazione professionale Elena Chiorino è intervenuta al workshop organizzato dalla Regione Puglia “Occupazione di qualità e innovazione delle competenze nella filiera Its per il turismo e i beni culturali”.

«Anche in Piemonte crediamo fortemente negli Its e lo dimostrano gli investimenti fatti dalla nostra Regione negli ultimi anni – ha esordito l’assessore – I numeri del Piemonte esprimono quanto il turismo sia un comparto sostanziale che conta oltre 46mila imprese (pari al 10% del totale regionale) e circa 153mila addetti (11% del totale) e che rappresenta un valore di indotto di 7,5 miliardi di euro, pari al 7,4% del PIL regionale. Diventa fondamentale, quindi, definire una strategia per rilanciare il settore, soprattutto sul piano occupazionale. Ora più che mai, si rende necessario un intervento per una strategia di destagionalizzazione: non è un aspetto secondario da sottovalutare, in quanto limita la possibilità di accrescere professionalmente i lavoratori non stabilizza le competenze senza creare una maggiore competitività».

I tirocini e il lavoro

L’assessore è stato critico anche sul tema dei tirocini di recente affrontato dal Ministro del Lavoro Orlando: «I tirocini sono un volano fondamentale a cui non possiamo rinunciare: non bisogna commettere lo stesso errore della Città di Torino, che ha rinunciato alle Olimpiadi per paura delle infiltrazioni mafiose. Certamente è inaccettabile morire durante un tirocinio, ma la soluzione a un problema non è l’eliminazione dello strumento, semmai una revisione dello stesso in termini di sicurezza e ottimizzazione».

«Per far ripartire il comparto turistico – ha concluso Chiorino – è indispensabile ridefinire i parametri del reddito di cittadinanza: la nostra Nazione è unica in termini di attrattività e varietà di offerta e chi lavora nel turismo non deve essere considerato di serie B e gli imprenditori del comparto devono essere messi nelle condizioni di pagare adeguatamente le figure professionali che assumono».

Per quanto riguarda i fondi del Pnrr destinati agli Its l’assessore si è detta «molto preoccupata dai tempi dei 18 decreti attuativi e dal rischio di spostamento degli Its in ambito scolastico. In tema di risorse sarà necessario creare un raccordo nei finanziamenti affinché vengano erogati in maniera decrescente e proporzionale al numero degli alunni».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità