Seguici su

Turismo

Turismo in Piemonte: sul Lago Maggiore una passerella per unire le Isole Borromee

Per fa ripartire il Piemonte servono idee nuove. La proposta di un imprenditore: una passerella che unisca le Isole Borromee sul Lago Maggiore

Pubblicato

il

La passerella sul Lago Maggiore
La passerella "Light Bridge" sul Lago Maggiore - credit: AG&P Greenscape

Il Piemonte e il turismo ripartono anche con nuove e innovative idee. Per esempio, una passerella sul lago Maggiore, come quella realizzata sul Lago d’Iseo, per collegare le Isole Borromee. È questa la proposta lanciata dall’imprenditore Antonio Zacchera, del gruppo Zacchera Holtel, che ha ipotizzato “Light Bridge”, una passerella ecocompatibile e panoramica per unire l’isola Bella e l’isola dei Pescatori, di fronte a Stresa (Vco), sulla sponda piemontese del lago Maggiore.

Mancavano le idee nuove

«Sono 30 anni che sul lago Maggiore non c’è un’idea nuova – spiega Zacchera – Abbiamo sempre vissuto di rendita. Ora per superare questo momento, con il Covid che ha avuto un impatto devastante sul nostro turismo, ci vuole una proposta innovativa». L’idea è di permettere di turisti di passare da un’isola all’altra «camminando sulle acque e godendo di un’esperienza turistica e sensoriale unica».

Una passerella ecologica

La passerella verrebbe realizzata in materiali eco compatibili e consentirebbe anche di ridurre i gas di scarico dei battelli che effettuano i collegamenti tra le isole. I promotori dell’idea, che potrebbe sfruttare i fondi del Recovery Plan, pensano che «in sei anni si possano portare oltre 400 mila persone sul lago, con un aumento degli arrivi del cinquanta percento rispetto ai dati del 2019. Il costo di realizzazione dell’opera è stimato tra gli 800 e i 950 mila euro».
Per maggiori info e dettagli: AG&P progetti.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità