Seguici su

Turismo

La rinascita di Stupinigi, patrimonio dell’Unesco

Palazzina di caccia di Stupinigi e Borgo che la circonda, patrimonio dell’Unesco, rinasceranno a nuova vita

Pubblicato

il

Palazzina di Caccia di Stupinigi
Palazzina di Caccia di Stupinigi

La Regione Piemonte annuncia che sarà il Ministero della Cultura, nell’ambito dei nuovi progetti di valorizzazione culturale che il Governo promuoverà nel 2022, a finanziare il rilancio del complesso monumentale di Stupinigi, Patrimonio dell’Unesco, con la Palazzina di Caccia e il borgo che la circonda.

La disponibilità è stata espressa dal ministro della Cultura Dario Franceschini durante un incontro in videocollegamento con il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’assessore alla Cultura Vittoria Poggio e il sindaco della Città metropolitana di Torino Stefano Lo Russo.

Per Cirio e Poggio è «una notizia che ci rende doppiamente felici. Non solo perché Stupinigi lo merita, ma anche perché la scelta del Ministero di renderlo un progetto nazionale ci consente di liberare le risorse del Bando Borghi per finanziare con il PNRR un altro progetto bandiera in Piemonte. Lanceremo una manifestazione di interesse che resterà aperta fino al 3 marzo e a cui i territori potranno candidarsi. In parallelo proseguirà invece il lavoro tecnico su Stupinigi, con un orizzonte temporale breve che vedrà nei prossimi mesi la partenza del progetto ed entro il 2030 la sua conclusione. Tutt’altro che una fine però, perché per questo gioiello inestimabile del Piemonte e dell’Italia sarà un nuovo inizio straordinario, la nostra seconda Venaria».

Nuova vita per la Palazzina e il Borgo

Il recupero del complesso di Stupinigi sarà infatti, dopo quello che ha interessato la Reggia di Venaria, il più grande piano di riqualificazione per il sistema culturale e turistico piemontese. L’investimento complessivo previsto è di 25 milioni di euro e prevede, accanto al recupero dell’area attorno alla Palazzina di caccia, la creazione di una vera e propria cittadella adiacente con negozi, attività artigianali e commerciali che daranno nuovamente vita all’antico borgo settecentesco di questa storica Residenza Reale, dal 1997 Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Un risultato accolto con soddisfazione anche dal sindaco di Nichelino Giampietro Tolardo, secondo il quale «lavoriamo e ci battiamo affinché questo grande gioiello che è Stupinigi riceva la giusta attenzione da parte delle istituzioni locali e nazionali. La Regione, con il presidente Cirio, ci ha dato fin da subito il proprio supporto e siamo felici che ora questa attenzione sia stata manifestata anche dal Governo e dal ministro Franceschini. Prosegue un cammino che oggi diventa una sfida, ma che sappiamo porterà un risultato importante e straordinario non solo per noi e il Piemonte, ma per tutto il nostro Paese».

Il sindaco di Torino Lo Russo la definisce «un’ottima notizia per tutta la Città metropolitana. Da tempo si chiedeva una completa valorizzazione di un patrimonio straordinario e unico dell’architettura barocca. La Regione, con l’impegno diretto del presidente Cirio, è stata determinante per l’inserimento tra i progetti di valenza nazionale da portare all’attenzione del Governo. Si tratta di un progetto che rappresenta un grande potenziale in termini artistici, culturali e turistici. Che il recupero del complesso di Stupinigi sia scelto come uno dei progetti bandiera della Regione Piemonte è accolto con grande soddisfazione dalla Città metropolitana».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Trending